La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Le Colline Hanno Gli Occhi

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................

..............................
SITO UFFICIALE 2
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




14/03/2006
Verdone sbanca il botteghino

..............................

Le Colline Hanno Gli Occhi

(The Hills Have Eyes)

Film del: 2006     Genere: Horror
Durata: 107 minuti   Uscito al cinema il: 25/08/2006   


Un horror politicamente scorretto dall’inizio alla fine...


Trama:

Una famiglia durante un viaggio attraverso gli Stati Uniti in roulotte, si ritrova a difendersi da mostri deformati da radiazioni nucleari. In pochi riusciranno a sopravvivere.



Vota il film!

Voto medio: 7,40

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Le Colline Hanno Gli Occhi

Sono passati quasi trent’anni da quando il giovane Wes Craven diresse Le Colline Hanno gli Occhi, horror movie dal budget esiguo, girato con pochi mezzi ed una macchina da presa da 16 millimetri, usando gli oggetti di scena di Non Aprite quella Porta di Tobe Hooper. Il giovane Craven si imbatté in questa avventura dopo aver diretto soltanto un altro film qualche anno prima, L’Ultima Casa a Sinistra, anche quella un opera autoprodotta e realizzata con una troupe formata da una dozzina di persone.

Malgrado questo, Le Colline hanno gli Occhi fu, per il cineasta di Cleveland, il vero trampolino di lancio. Distribuito in tutto il mondo fece talmente scalpore da ispirare nuove generazioni di registi a farne un remake.

Per Alexandre Aja, il regista francese che ha curato questa nuova edizione, è un atto dovuto riprendere in mano quel film e renderlo più moderno e graffiante. “Wes Craven è stato uno dei nostri eroi d’infanzia. Sono cresciuto vedendo tutti i suoi film, che poi sono quelli che mi hanno fatto diventare appassionato del genere horror”, dichiara Aja riguardo la sua devozione per il cinema di Craven.

Girato con un budget sicuramente più alto del suo antesignano con location sparse fra gli Stati Uniti ed il Marocco, la struttura rimane la stessa dell’originale con l’aggiunta di effetti speciali ancora più raccapriccianti ed una rivisitazione stilistica veloce ed accattivante.

Un horror politicamente scorretto dall’inizio alla fine, infatti Aja tende, sin dal breve prologo e gli annessi titoli di testa, a dare al film una connotazione sociale e di denuncia.

Sociale perché nel piccolo microcosmo che si muove in una vecchia roulotte per l’America si ritrovano a dover convivere insieme il vecchio capofamiglia reazionario amante delle armi con il genero democratico e pacifista (ma anche lui, alla fine, costretto a premere il grilletto per difendere la sua amata famigliola), dalla figlia tutta bikini che sogna i maschi della California alla di lei sorella più matura e piena di dubbi e saggezza; di denuncia perché l’orrore a cui vanno incontro è quello creato da uno stato che bombarda con armi nucleari per assurdi esperimenti posti e villaggi noncurante degli abitanti che transitano in quelle stesse aree.

Aja così prende l’America con tutte le sue contraddizioni e la taglia a pezzi, la squarta, la stupra perfino, con una rabbia assurda e risolutiva per arrivare al messaggio finale, quasi fosse un cavaliere venuto dalla “Vecchia Europa” con un ascia in mano per un assurda vendetta contro i suoi cuginetti d’oltre oceano.

Le Colline Hanno gli Occhi non risulta, alla fine, un horror fine a se stesso ma un concentrato di rabbia e denuncia, cinismo e rivincita con uno sguardo sprezzante verso i grandi mali della storia. Per cuori forti.

(Marco Massaccesi)



Curiosità:

Le foto delle mutazioni che si vedono sui titoli di apertura non sono genetiche, ma quelle causate dall'"Agente Arancio" usato in Vietnam.



FILM CORRELATI:

  • (2007) Le Colline Hanno Gli Occhi 2

  • (1985) Le Colline Hanno Gli Occhi II

  • (1977) Le Colline Hanno Gli Occhi

  • Cast

    Aaron Stanford   Aaron Stanford
    (29 anni circa in questo film)

    ... Doug

    Ted Levine   Ted Levine
    (48 anni circa in questo film)

    ... Big Bob

    Kathleen Quinlan   Kathleen Quinlan
    (52 anni circa in questo film)

    ... Ethel

    Dan Byrd   Dan Byrd
    (21 anni circa in questo film)

    ... Bobby

    Vinessa Shaw   Vinessa Shaw
    (30 anni circa in questo film)

    ... Lynn

        Billy Drago
    (57 anni circa in questo film)

    ... Papa Jupiter

    Michael Bailey Smith   Michael Bailey Smith
    (49 anni circa in questo film)

    ... Pluto

    Desmond Askew   Desmond Askew
    (34 anni circa in questo film)

    ... Big Brain

    Emilie de Ravin   Emilie de Ravin
    (25 anni circa in questo film)

    ... Brenda

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    USA

    Regia

     

    Alexandre Aja

    Sceneggiatura

     

    Alexandre Aja / Wes Craven / Gregory Levasseur

    Fotografia:

     

    Maxime Alexandre

    Colonna Sonora

     

    Tomandandy

    Produzione:

     

    Craven-Maddalena Films

    Distribuzione:

     

    20th Century Fox

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................