La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Quale Amore

Quale Amore

(Quale Amore)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Uscito al cinema il: 17/11/2006   


Può definirsi davvero “amore” un sentimento così intenso e travolgente da arrivare a far distorcere completamente la realtà e a consumare profondamente cuore e cervello?


Trama:

La gelosia di un uomo che, pur di preservare la purezza del suo amore con la moglie, arriva ad una soluzione a dir poco tragica...



Vota il film!

Voto medio: 4,30

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Quale Amore

Con Quale amore Maurizio Sciarra, classe '55, è tornato a Locarno dopo aver vinto il Pardo d’Oro nel 2001 con Alla rivoluzione sulla due cavalli.
Anche in questo caso, il centro nevralgico del film sono i sentimenti umani e i rapporti interpersonali ma, a differenza del primo lavoro, il regista stavolta si concentra sul delicatissimo equilibrio che tiene insieme una coppia e sulla passione travolgente che può coinvolgere un uomo e una donna.

Giorgio Pasotti e Vanessa Incontrada, bravi come sempre e (lei) nuda come non si era mai vista prima, con la loro bellezza pulita, semplice, genuina, hanno una marcia in più per interpretare questi due giovani che si conoscono, si piacciono all’istante, decidono di stare insieme per la vita e si sposano: nella realtà, quella fatta non di cellulosa ma di sentimenti e di persone vere, può succedere anche questo, e dunque non risulta affatto incredibile la scelta di legarsi senza, in fondo, conoscersi davvero. La vicenda, invece, inizia a inciampare su se stessa (prima impercettibilmente poi in modo sempre più evidente) quando il personaggio di Andrea dà evidenti segni di squilibrio mentale che lo fanno sembrare solo un misero pazzoide, e che nulla hanno a che vedere con quella gelosia logorante che può crescere talmente tanto da obnubilare la mente e portare a drammatici e sofferti gesti (a questo proposito, però, è comunque da segnalare la bella immagine metaforica che evoca Andrea quando parla della sua gelosia che, come un veleno, si spande goccia a goccia nella mente portando all’irrigidimento dei pensieri).
Detto in altri termini, insomma, il romanzo di Tolstoj Sonata a Kreutzer, nella riduzione cinematografica di Sciarra risulta banalizzato e, a tratti, assai poco credibile (tra le altre cose: è normale, secondo voi, che la tata di famiglia, vedendo a terra il corpo agonizzante e sanguinante della padrona di casa, si rivolga al di lei marito e assassino con un “Cosa hai fatto?” senza urlare e senza piangere, neanche stesse rimproverando un bambino che ha pensato bene di improvvisarsi Picasso sul pregiato persiano del salotto?).

Peccato, perché gli elementi, sulla carta, ci sono tutti, in primis un cast notevole (in cui spicca un simpatico Arnoldo Foà) e una musica, l’altra grande protagonista del film, letteralmente da brivido: ammalia, commuove e fa trattenere il respiro quando si sprigiona con tutta la sua veemenza dal pianoforte suonato da Antonia e dal violino dell’ottimo Andoni Gracia (Chavarria).
Sullo sfondo, una Lugano dagli scorci incantevoli, dai colori lunari e dall’atmosfera(apparentemente) serena.

(Laura Spina)



Cast

Vanessa Incontrada   Vanessa Incontrada
(28 anni circa in questo film)

... Vittoria

Giorgio Pasotti   Giorgio Pasotti
(33 anni circa in questo film)

... Andrea

Arnoldo Foà   Arnoldo Foà
(90 anni circa in questo film)

... Robert Stefelmayer

Maria Schneider   Maria Schneider
(54 anni circa in questo film)

    Magda Mercatali

... Madre di Andrea

    Andoni Gracia
(35 anni circa in questo film)

... Daniel Chavarria

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Maurizio Sciarra

Sceneggiatura

 

Maurizio Sciarra / Claudio Piersanti

Colonna Sonora

 

Lele Marchitelli

Produzione:

 

Lumiere & Co. / RAI Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................