La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Vai e Vivrai

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




04/11/2005
Le uscite del fine settimana. Il mistero di mamma Jodie.

..............................

Vai e Vivrai

(Va, vis et deviens)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 140 minuti   Uscito al cinema il: 04/11/2005   


Dal regista di Train de Vie, un film che arriva dritto al cuore degli spettatori, tanto da vincere il Premio del Pubblico al Festival di Berlino.


Trama:

La vicenda dei Falasha raccontata attraverso la storia personale di un ragazzino etiope che a 9 anni vede cambiare tutta la sua vita.



Vota il film!

Voto medio: 6,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Vai e Vivrai

Vai e Vivrai è, in sintesi, una storia nella storia: quindici anni della vita di Schlomo narrati sullo sfondo della vicenda dei Falasha e della grande Operazione Mosé. Quanti di noi sapevano che esistono ebrei dalla pelle scura? Ebbene, dopo vent’anni dalla vasta operazione compiuta da Israele e dagli Stati Uniti (operazione che ha consentito di riportare in Terra Santa ben ottomila fedeli), l’ultimo film di Radu Mihaileanu fa sì che gli ebrei d’Etiopia irrompano sulla scena mediatica mondiale.

L’incredibile esodo verso Israele e i terribili sacrifici che questi fedeli (gli unici ebrei neri e gli unici neri ebrei al mondo) hanno dovuto sopportare aprono questo toccante racconto che ha come protagonista un bambino sudanese musulmano di nove anni che sua madre, pur di salvargli la vita, spaccia per ebreo etiope, così da farlo aggregare al gruppo in cammino per Israele.

I toni del film, mai patetici né troppo commiserevoli, danno alla narrazione il giusto equilibrio tra cruda realtà e profondo sentimento; è un inno all’amore in questo mondo ostile, è l’esaltazione della fede e della purezza nonostante il suo protagonista sia, suo malgrado, un bugiardo e un disonesto. Da segnalare, a questo proposito, la bella caratterizzazione che è stata fatta del personaggio principale, Schlomo: se la sceneggiatura ha senza dubbio il merito di aver costruito con cura un personaggio completo, a tuttotondo, con i suoi pregi e difetti, le sue paure e sicurezze, con i suoi turbamenti e nostalgie, ognuno dei tre attori che hanno interpretato Schlomo nelle tre fasi della sua vita ha contribuito a dare una certa profondità al protagonista che, tra le altre cose, intenerisce tantissimo il pubblico.

Per quanto riguarda la luce e la gamma dei colori, c’è da dire che Vai e Vivrai è un film nettamente diviso in due: la prima parte, quella nei campi, è piuttosto monocromatica nei toni del grigio, del verdastro, del color sabbia: è come se il sole avesse scolorito tutto. Quando si giunge alla scena in cui Schlomo arriva in Israele e si fa la doccia, ecco invece che tutto sembra assumere toni diversi, tutto rinasce e riprendere vita; non sembra un caso, infatti, che il colore prenda totalmente possesso del film al momento dell’adozione del protagonista.

Anche per ciò che concerne la colonna sonora c’è una certa visione dicotomica, perché se da un lato abbiamo musiche minimaliste, più vicine allo stile documentaristico, dall’altra vi sono suoni più epici e altisonanti.

Film dallo spessore sociale elevato, Vai e Vivrai con i suoi 140 minuti è un ottimo lavoro, che si fa guardare e che, al tempo stesso, fa riflettere su quanto può essere complessa e profonda l’identità di un ragazzo che ha vissuto un’esperienza tanto fortificante quanto aspra e difficile come quella dell’esodo.

(Laura Spina)



Cast

    Roni Hadar

... Sara

    Moshe Agazai

... Schlomo bambino

    Mosche Abebe

... Schlomo adolescente

    Sirak M. Sabaht
(24 anni circa in questo film)

... Schlomo adulto

    Yaël Abecassis
(38 anni circa in questo film)

... Yael

    Roschdy Zem
(40 anni circa in questo film)

... Yoram

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Radu Mihaileanu

Sceneggiatura

 

Radu Mihaileanu

Fotografia:

 

Rémy Chevrin

Colonna Sonora

 

Armand Amar

Produzione:

 

Cattleya / Elzevir Films / Oi Oi Oi Productions / K2 / Transfax

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................