La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

The Descent - Discesa nelle Tenebre

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Film fuori Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




20/10/2005
Le uscite del fine settimana. Polanski e il suo Oliver Twist

..............................

The Descent - Discesa nelle Tenebre

(The Descent)

Film del: 2005     Genere: Horror
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 21/10/2005   



Trama:

Sei donne intrappolate in una cava, prede di feroci creature umanoidi abituate alle tenebre.



Vota il film!

Voto medio: 7,89

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: The Descent - Discesa nelle Tenebre

Non è un horror propriamente detto.
The Descent potrebbe essere definito più propriamente un thriller, vista la sua capacità di creare apprensione piuttosto che orrore e disgusto.

La discesa nelle viscere della Terra di un gruppo di amiche, ognuna diversa dall’altra per carattere ed esperienze, è lo spunto ideale per far riflettere lo spettatore su tutte quelle ansie che possono essere generate da ignare e recondite paure che fanno capolino nell’inconscio delle persone proprio nei momenti in cui sono meno attese.

Il senso di claustrofobia e quello di schiacciamento, la voglia di scappare e l’impossibilità di farlo, la sensazione di oppressione psichica e fisica sono solo alcune delle sensazioni che il film riesce a suscitare dipanandosi in una trama ricca di spunti e davvero interessante.

Lo “scadere” nel genere horror viene avvertito quasi come una forzatura, un elemento di cui la sceneggiatura non ha bisogno.

Si poteva giocare di più con il panico forzando la mano sulla parte centrale della storia piuttosto che inventarsi dei mostriciattoli semi-umani ciechi che si aggirano per le grotte alla ricerca di cibo da divorare con insaziabile ingordigia e truculenza.

Interessante l’analisi della reazione della mente umana, ottenebrata dalla paura, di fronte all’orrore e al disgusto: le amiche in questione reagiscono ognuna in modo diverso.
C’è chi si rinchiude in un assoluto mutismo, chi non smette di urlare, chi preferisce stare da sola rintanata in un angolo e chi invece prende in mano la situazione e si batte per la propria sopravvivenza.

Ma a parte le varie letture, più o meno intuitive, è doveroso notare come la protagonista principale, quella intorno a cui ruota tutta la vicenda, nel discendere nelle tenebre del sottosuolo, non fa altro che iniziare un viaggio catartico nei confronti della vita.
Reduce da un lutto, piena di dolore e sottomessa a qualsiasi evento le si presenti, riacquista forza e coraggio nel momento in cui scopre la verità su alcuni episodi della sua vita passata e sul comportamento di quella che riteneva un’amica.

E’ solo a partire da questa presa di coscienza che la sua ascesa verso la luce può compiersi, sia essa reale o immaginaria.

(Teresa Lavanga)



Curiosità:

Per aumentare la tensione e l'effetto reale, le creature delle caverne sono state tenute nascoste alle attrici fino al momento in cui nella sceneggiatura si incontrano per la prima volta.



Cast

    Alex Reid

... Beth

    Molly Kayll

... Jessica

    MyAnna Buring

... Sam

    Natalie Jackson Mendoza
(25 anni circa in questo film)

... Juno

    Nora-Jane Noone
(21 anni circa in questo film)

... Holly

    Saskia Mulder

... Rebecca

    Shauna Macdonald

... Sarah

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Neil Marshall

Sceneggiatura

 

Neil Marshall

Fotografia:

 

Sam McCurdy

Colonna Sonora

 

David Julyan

Produzione:

 

Celador Films

Distribuzione:

 

Time Code

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................