La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................

..............................
SITO UFFICIALE 2
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




19/08/2005
Non solo Tolkien: arriva al cinema anche lo scrittore "gemello" del creatore del Signore degli anelli


19/08/2005
Harry Potter + Tolkien = Le Cronache di Narnia


13/12/2005
Ancora Harry al botteghino


19/12/2005
L'urlo di Kong non basta per il botteghino


21/12/2005
Le Cronache di Narnia


27/12/2005
Box Office natalizio


03/01/2006
Il Natale è sempre a Miami


08/01/2006
Visti dal basso: la critica cinematografica dei bambini - Le cronache di Narnia


09/01/2006
Il grande reimpasto del Box Office

..............................

Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio

(The Chronicles of Narnia: The Lion, the Witch and the Wardrobe)

Film del: 2005     Genere: Avventura / Famiglia / Fantastico
Durata: 125 minuti   Uscito al cinema il: 23/12/2005   


Streghe malvagie, castori parlanti, fauni ed orchi terribili sono i personaggi principali di questa fiaba che Adamson, comunque, non riesce a gestire pienamente


Trama:

Tratto dall'omonimo libro, il film ripercorre la prima parte in cui quattro ragazzi si troveranno a lottare contro la Strega Bianca.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio

Una volta finita la seconda guerra mondiale bisognava tirare su il morale della gente, ed uno dei problemi primari era ritrovare l'immaginazione perduta di una generazione di infanti, la cui visione per molti anni era stata contaminata dalle bombe e dal sangue.

Per ricomporre quella fantasia ormai infranta in tante piccole schegge e far crescere i bambini senza l'orrore di quel conflitto nella testa, l'unica speranza risiedeva nelle fiabe. Così, nel 1950, il critico e scrittore C. S. Lewis fece pubblicare “Il Leone, la Strega e l'Armadio”, primo di una serie di sette volumi intitolati “Le Cronache di Narnia”.

Il romanzo, e gli altri sei capitoli della saga, ebbero subito un enorme successo, segno di come l'immaginazione, con la sua enorme forza, riesca a costruire mondi fantastici anche sulle macerie di una guerra reale. Così dopo che Narnia ed i suoi personaggi fiabeschi vennero rappresentati in teatro, raccontati per un film d'animazione e messi in scena in una serie televisiva per la BBC, realizzata quasi esclusivamente con marionette, quelle cronache eroiche ora riescono a prendere nuovamente corpo in un film vero e proprio.

Il figliastro di C.S. Lewis, Douglas Gresham, ha lavorato più di venticinque anni per portare alla luce il progetto. La produzione desiderava dietro la macchina da presa un regista che avesse, non solo un certa sensibilità nel raccontare fiabe, ma anche la capacià di maneggiare con un certo estro la nuova tecnologia cinematografica. Il team della Disney ha creduto subito che Andrew Adamson, artefice di Shrek e Shrek 2, fosse capace di unire le due cose anche se non aveva ancora diretto un live action.

Streghe malvagie, castori parlanti, fauni ed orchi terribili sono i personaggi principali di questa fiaba che Adamson, comunque, non riesce a gestire pienamente. I luoghi comuni disseminati per tutta la lunghissima narrazione (due ore e venti) non vengono minimamente filtrati o metaforizzati.
Certo si parla sempre delle Cronache di Narnia, un racconto per bambini, ma dopo l'avvento di altri film sempre concentrati su gesta più o meno mitologiche, o comunque fantasy, la necessità di cambiare le carte in tavola si fa più insistente.

Lo sguardo del regista è fondamentale per risollevare le sorti di un racconto già visto precedentemente, se no si rischia di diventare banali e superficiali. Adamson è bravo a dirigere i bambini, ma sembra che il suo talento, quando si tratta di action movie, finisca lì. La sensazione che ne scaturisce e che per lui sia più facile gestire un film girato totalmente in digitale che uno con una troupe vera ed attori in carne ed ossa.
Una lacuna che il nostro, se vuole proseguire la strada del live action lasciandosi alle spalle quella del digitale, farebbe meglio a colmare, altrimenti questo atteggiamento potrebbe continuare a risultare uno svantaggio sia per lui che e per noi.

(Marco Massaccesi)



Curiosità:

La parola "Aslan" in turco significa "leone".

La produzione ha già opzionato tutti i libri della serie.

La produzione non ha potuto traferire in Nuova Zelanda le renne per la slitta della regina per evitare che il virus "Q" che colpisce quegi animali potesse accidentalmente propagarsi sull'isola.

C'è una scena durante i credits finali.



FILM CORRELATI:

  • (2010) Le Cronache di Narnia - Il Viaggio del Veliero

  • (2008) Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian

  • Cast

    William Moseley   William Moseley
    (18 anni circa in questo film)

    ... Peter Pevensie

    Anna Popplewell   Anna Popplewell
    (17 anni circa in questo film)

    ... Susan Pevensie

    Skandar Keynes   Skandar Keynes
    (14 anni circa in questo film)

    ... Edmund Pevensie

    Georgie Henley   Georgie Henley
    (10 anni circa in questo film)

    ... Lucy Pevensie

    Tilda Swinton   Tilda Swinton
    (45 anni circa in questo film)

    ... Strega Bianca

    James McAvoy   James McAvoy
    (26 anni circa in questo film)

    ... Mr. Tumnus

    Jim Broadbent   Jim Broadbent
    (56 anni circa in questo film)

    ... Professor Kirke

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    USA / Nuova Zelanda

    Regia

     

    Andrew Adamson

    Sceneggiatura

     

    C.S. Lewis

    Fotografia:

     

    Donald McAlpine

    Colonna Sonora

     

    Harry Gregson-Williams

    Produzione:

     

    Walt Disney Pictures

    Distribuzione:

     

    Buena Vista

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................