La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Bubble

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Film fuori Concorso

..............................



Bubble

(Bubble)

Film del: 2005     Genere: Thriller
Durata: 73 minuti   Uscito al cinema il: 12/05/2006   


Qualche volta gli incubi fanno bene all’anima.


Trama:

In un piccolo paese tra West Virginia e Ohio, si verifica un omicidio che scatenerà una caccia all’assassino e reazioni a catena.



Vota il film!

Voto medio: 6,25

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Bubble

Forse Steven Soderbergh una mattina ha spento la sveglia, si è alzato dal suo comodo letto dopo un brutto sogno, è entrato in bagno e guardandosi allo specchio si è improvvisamente ricordato di essere un regista. Ma si, un regista. Uno di quei tipi che vincono la palma d’oro a Cannes con il primo lungometraggio.

Quei tizi con delle strambe idee per la testa i quali, usando la macchina da presa, raccontano delle storie in base alla loro sensibilità e non perché glielo impone il mercato. Ed alcune volte non provano solo a raccontare delle semplici storie, ma anche dei luoghi. E, guarda caso, forse il luogo da raccontare meglio è proprio la cara vecchia America, cosi piena di fascino e auto distruzione (anche se certe volte quell’auto davanti si potrebbe benissimo togliere).

E forse, mentre il caro vecchio Steven si sciacquava il viso, si è anche accorto che il cinema si potrebbe fare anche senza i vari Clooney, Damon, Roberts e via dicendo. Si, effettivamente si può. Eureka. Basta andare in una sperduta cittadina dell’Ohio, reclutare qualche persona comune del posto, di quelle che anche se guardano nell’obbiettivo della macchina da presa mentre recitano non fa niente, non sono mica attori, e raccontare cosi il mare di fango (per non scrivere un'altra parola) nel quale quel grande paese sta affogando.

E asciugandosi le mani gli può essere balenato, come un lampo a ciel sereno, nella materia cerebrale il fatto che il ritmo sostenuto, le decine di inquadrature da girare al giorno, tutto quel gran lavorio, non serve. La vita si può anche, semplicemente, fotografarla, in maniera surreale, inquietante, metaforica. Con il montaggio si può rallentare, perché la vita è noiosa, pigra, sempre uguale a se stessa, specialmente in una sperduta cittadina dell’Ohio.

E mentre il grande cineasta si sta lavando i denti, si può essere benissimo bloccato per qualche secondo con lo spazzolino inzeppato in bocca ed essersi ricordato che il cinema non serve solo ad intrattenere (anche se qualche volta in forma di denuncia, come in Traffic ed Erin Brockovich), ma ancha a far riflettere, a sondare, o semplicemente a mostrare.

Qualche volta gli incubi fanno bene all’anima, e quel brutto sogno che ha fatto Soderbergh quella notte, prima di girare Bubble, forse era proprio l’America.

(Marco Massaccesi)



Curiosità:

Girato in 3 settimane con attori non professionisti.

La 2929 Entertainment di Soderbergh distribuisce il film contemporaneamente nelle sale, in dvd e in televisione.



Cast

    Debbie Doebereiner

... Martha

    Dustin James Ashley

... Kyle

    Misty Dawn Wilkins

... Rose

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Steven Soderbergh

Sceneggiatura

 

Coleman Hough

Fotografia:

 

Steven Soderbergh

Colonna Sonora

 

Robert Pollard

Produzione:

 

Section Eight Ltd.

Distribuzione:

 

Mediafilm

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................