La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Profumo della Donna in Nero

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Film fuori Concorso

..............................



Il Profumo della Donna in Nero

(Le parafum de la dame en noir)

Film del: 2005     Genere: Poliziesco
Durata: 115 minuti   



Trama:

Due sposini e un’oscura presenza: noir tra le mura di un vecchio castello.



Vota il film!

Voto medio: 3,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Profumo della Donna in Nero

Tratto da uno dei romanzi di Gaston Leroux (autore del "Fantasma dell’opera"), Il Profumo della Dama in Nero è un giallo dai toni grotteschi e pseudo-ironici. Bruno Podalydès ha voluto portare in scena una nuova avventura del giovane reporter Rouletabille, già protagonista del Mistero della Camera Gialla, che questa volta si trova a dover risolvere un ingarbugliato mistero in un posto a dir poco meraviglioso: lo Chateau d’Hercule. Dove si trovi di preciso questo castello, che ha per sfondo un mare limpido e incantevole e una vegetazione lussureggiante e vivida, non è dato sapersi; fatto sta che, forse, è la cosa migliore di tutto il film (insieme alla fotografia, ovviamente).

La storia vuole essere un giallo alla Agatha Christie, a tratti divertente e al contempo densa di mistero, ma scivola pericolosamente in una messa in scena di un (inconsapevole) teatro dell’assurdo in cui quasi tutti i personaggi sono assolutamente sopra le righe e la trama è fitta ed incomprensibile... finanche ad arcano svelato!
E non a caso si è parlato di “teatro”: ricordate quel gioiellino di Francois Ozon che si intitola 8 Donne ed un Mistero? Ebbene, anche Il Profumo della Dama in Nero, come quel film, ha un taglio molto teatrale sia nella realizzazione della scena che nell’interpretazione dei personaggi, ma certo non raggiunge i picchi di simpatia, poesia e genialità dell’opera di Ozon. Forse un tocco puramente leggero e frizzante lo dà solo Zabou Breitman che costruisce una Edith gradevole e divertente, dai toni giusti e mai irritanti (come invece capita a volte per altri personaggi, come quello di Mathilde/Sabine Azema o di Sainclair/Jean- Noel Brouté). Purtroppo, su questo film non vi è molto altro da dire se non che Podalydés ha voluto realizzare un mix di noir, commedia e burlesque perdendo completamente la cognizione del tempo (film troppo lungo), la bussola della logica (film troppo arzigogolato) e il senso dello humor (film troppo kitch).

(Laura Spina)



Cast

Denis Podalydès   Denis Podalydès
(42 anni circa in questo film)

... Joseph Rouletabille

    Jean-Noël Brouté

... Sainclair

    Julos Beaucarne
(69 anni circa in questo film)

... padre Jacques/ Vieux Bob

Michael Lonsdale   Michael Lonsdale
(74 anni circa in questo film)

... prof. Stangerson

Olivier Gourmet   Olivier Gourmet
(42 anni circa in questo film)

... Robert Darzac

Pierre Arditi   Pierre Arditi
(61 anni circa in questo film)

... Fr?d?ric Larsan / Naja-Bey

Sabine Azéma   Sabine Azéma
(56 anni circa in questo film)

... Mathilde Stangerson

    Vincent Elbaz
(34 anni circa in questo film)

... principe Galitch

    Zabou
(46 anni circa in questo film)

... Robert Darzac

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Bruno Podalydès

Sceneggiatura

 

Gaston Leroux

Fotografia:

 

Christophe Beaucarne

Colonna Sonora

 

Philippe Sarde

Produzione:

 

Why Not Productions

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................