La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'Educazione Fisica delle Fanciulle

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Film fuori Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2005
L'educazione fisica delle fanciulle - Note di Regia

..............................

L'Educazione Fisica delle Fanciulle

(The Fine Art of Love: Mine Ha-Ha)

Film del: 2005     Genere: Drammatico / Mistero
Durata: 107 minuti   Uscito al cinema il: 25/11/2005   



Trama:

Le vicende di un gruppo di ragazze che frequentano un collegio immerso in una oscura foresta della Germania ed amministrato da un’inflessibile direttrice.



Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'Educazione Fisica delle Fanciulle

E' terribile. E' veramente terribile vedere quanto la realizzazione di una sceneggiatura possa sullo schermo non corrispondere all'idea iniziale del soggetto. Buono o cattivo che sia.

Del film L'educazione fisica delle fanciulle, presentato nella sezione Fuori Concorso della 62ma Mostra veneziana, non si può certo credere che possa corrispondere all'ultimo lavoro di sceneggiatura realizzato da Alberto Lattuada (in collaborazione con Ottavio Jemma) decostruendo le morbose pagine del libro di Franz Wedekind, Mine Ha-Ha. Perché tra la scrittura e la realizzazione un film c'è di mezzo la capacità visionaria di raccontare una storia per immagini, e restituirla allo spettatore come un'opera seconda rispetto al testo originario (in questo caso letterario), ma di pari dignità artistica.

Ambientato negli anni dell'alba del nazionalismo tedesco e del tramonto dell'impero austro-ungarico, il film di John Irvin vorrebbe raccontarci come un orfanotrofio possa trasformarsi una un angusto luogo di tortura psico-fisica per giovani fanciulle educate all'arte della danza come preludio all'arte amatoria per gli attempati altoborghesi del luogo.

La triste attualità dell'argomento (classismo, sfruttamento sessuale e scuole private come luogo ideale per il proliferare di sorpusi e angherie), il simbolismo del contrasto tra i colori delle parti in gioco, abiti bianchi per le fanciulle e neri per le severe istitutrici dell'orfanotrofio, peraltro già presente nel libro di Wedekind e l'evidente richiamo ai temi del Magdalene di Peter Mullan che, nel 2002 vinse proprio a Venezia il Leone d'oro per il miglior film, non aiuta quest'opera semplicistica nella visione e nella recitazione.
Tra l'altro il tutto è affidato ad attori del calibro televisivo di Eva Grimaldi, Urbano Barberini, Galatea Ranzi ed Enrico Lo Verso.

L'approccio, anche personale del regista che ammette pubblicamente di aver avuto in giovanissima età, un'esperienza ugualmente brutale in un collegio inglese, non riesce a staccarsi dal livello della superficialità. La macchina da presa costretta all'indugio su scene di attinenza horror (la ragazzina sbranata dai cani e lo stupro della prescelta prima ballerina) e al sorvolo su altre che riempirebbero i vuoti lasciati da uno script non esaustivo, non riesce a restituire l'emozione di orrore e sdegno regalato agli spettatori nell'incipit del film che mostra in primissimo piano i sinuosi movimenti dei piedi di una ballerina inesorabilmente sanguinanti in un paio di tersicoree scarpette da punta.

(Adèle H.)



Cast

    Anya Lahiri
(23 anni circa in questo film)

... Rain

    Emily Pimm

... Blanka

Enrico Lo Verso   Enrico Lo Verso
(41 anni circa in questo film)

... ispettore

Eva Grimaldi   Eva Grimaldi
(44 anni circa in questo film)

... Simba

Galatea Ranzi   Galatea Ranzi
(36 anni circa in questo film)

... Lady Helena

    Hannah Taylor-Gordon
(18 anni circa in questo film)

... Irene

Jacqueline Bisset   Jacqueline Bisset
(61 anni circa in questo film)

... direttrice

    Mary Nighy

... Hidalla

    Silvia De Santis

... Gertrude

Tomás Hanák   Tomás Hanák
(48 anni circa in questo film)

... autista

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Regno Unito / Repubblica Ceca

Regia

 

John Irvin

Sceneggiatura

 

Alberto Lattuada / Ottavio Jemma / James Carrington / Sadie Jones

Fotografia:

 

Fabio Zamarion

Colonna Sonora

 

Paul Grabowsky

Produzione:

 

Titania Produzioni / Box Film / Creative Partners / Balzer International Films

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................