La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Falling... in Love

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Giornate degli Autori

..............................



Falling... in Love

(Falling... in Love)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 100 minuti   


“Ci sono delle specie di amanti che amano, ma in realtà non sanno amare”


Trama:

Due donne accomunate, senza saperlo, dall'amore per lo stesso uomo.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Falling... in Love

“Ci sono delle specie di amanti che amano, ma in realtà non sanno amare”, recita una delle frasi pubblicitarie di Falling…. In Love di Wang Ming-Tai.

All’inizio del racconto il giovane Alan viene lasciato dalla sua ragazza in un unico quadro fisso, lui di fronte alla macchina da presa e lei di spalle. Dopo il lungo addio vediamo il ragazzo uscire di campo, attraverso un portone, mentre la donne rimane con la schiena rivolta verso gli spettatori, con un incognita sul viso, la grande incertezza, il vuoto. L’opera di Ming-Tai è stata concepita cosi, quasi fuori campo, anche se viene mostrato il dolore degli amanti lascia comunque quell’alito impercettibile, difficile da afferrare, sempre nascosto nell’ombra.

Dopo i titoli di testa sorretti da accordi di chitarra acustica in stile commedia, inquadriamo l’Alan di sei anni dopo, ridotto uno sfacelo, mezzo ubriaco, che si risveglia all’interno di una cabina telefonica. Il tempo è passato inesorabile ed il giovane è cresciuto, però ancora con quel fiore di pietra piantato nel cuore. Il telefono di Angel suona alle due di notte, è il suo bel Alan che la tortura perché, in realtà, non sa più amare.

Visioni offuscate, incertezze, la donna che lui aveva amato qualche anno addietro ricapita davanti agli occhi di Alan in mezzo ad un anonimo corridoio, sfocata si delineerà solo quando lui si avvicina per sfiorarla. Il taglio indicibile, muto, estraniante imposto dal regista è proprio questo, quello che rispecchia l’anima tortuosa degli amanti.

Con tutto il rispetto verso le parole espresse metaforicamente da un opera come Falling… in Love ed un tipo di cultura millenaria come quella asiatica si continua a non capire perché siano cosi doloranti questi esili anime. Giovani, carini, disoccupati e sempre più noiosi. Questi ragazzi sembrano prendere l’amore ed il cinema sempre più seriosamente. In una sfilza di situazioni simmetricamente uguali troviamo i tre personaggi, e quelli che gravitano attorno, sempre più tristemente appagati nella loro voglia di esprimere tormento.

Per risolvere la situazione con il suo boyfriend il monaco di turno dice alla bella Angel, la più credulona, di andare la mattina del primo dell’anno in un tempio vicino ad Hakkaido per bere dal sacro calderone fatto dagli anziani, raccomandandosi che l’orario sia quello compreso fra le sette e le nove antimeridiane. Immaginate se lo dicessero ad un italiano, di dirigersi la mattina del primo dell’anno ad una parrocchia vicino Trieste per bere il sacro vinello fatto dai frati con tutto il cenone di capodanno sullo stomaco e magari ancora arrabbiati per aver perso un tot di euro a tombola con la nonna, e mi raccomando dalle sette alle nove.

Benchè si continuino a vedere film orientali, a cercare di capire la loro politica, mangiare gli stessi piatti, non facciamoci illusioni, il loro modo di vedere il mondo, o lo spirito del mondo, sarà sempre lontano dal nostro. Se no si capirebbe come mai un film concentrato per il novantacinque per cento sulle diagonali di un amore irrisolto finisca, inspiegabilmente, con una improbabilissima sparatoria e con il conseguente bagno di sangue.

Forse hanno ragione i registi americani Farrelly, artefici di Tutti Pazzi per Mary e altre commedie demenziali, certe storie è meglio finirle con una grossa risata e non con un colpo di pistola.

(Marco Massaccesi)



Cast

    Lan Cheng-Lung

... Alan

    Lee Kang-Yi

... Angel

    Shu Hui-Ying

... Madame

    Wan Fang

... Belle

Dati Tecnici

Nazione

 

Taiwan

Regia

 

Wang Ming-tai

Sceneggiatura

 

Wang Ming-tai

Fotografia:

 

Chin Ting-Chang

Produzione:

 

Yu Ching Film

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................