La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Garpastum

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
Film in concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




06/10/2005
Garpastum - Intervista al regista Alexey Guerman Minore


23/03/2007
Cinema e calcio, un amore difficile

..............................

Garpastum

(Garpastum)

    Genere: Drammatico
Durata: 114 minuti   



Trama:

I sogni di gloria di un gruppo di ragazzi a ridosso della Prima Guerra Mondiale e della rivoluzione russa.
Con la Russia Imperiale al collasso e la Prima Guerra Mondiale all'apice, di lì a tre anni la rivoluzione porrà fine all'epoca degli zar, ma quattro ragazzi decidono di fondare una squadra di calcio.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Garpastum

Si può parlare di guerra e rivoluzione senza mostrarne neanche una scena?

Ci riesce Alex Guerman Jr. giovane regista russo dalle elevatissime potenzialità.
Garpastum - antico nome con il quale veniva denominato un gioco simile al calcio – è una raffinatissima prova di tecnica cinematografica.

Nel raccontare le vicende di due fratelli russi, alle soglie della prima guerra mondiale, amanti del calcio – ma anche delle belle donne – Guerman Jr. utilizza complessi piani sequenza, una fotografia curatissima, movimenti di macchina sempre originali e sempre studiati con attenzione.

In particolare, va segnalato come, per la prima volta nel cinema, le sequenze delle partite di calcio non risultano false e poco credibili. Il regista russo, in pratica, fa giocare una vera e propria partita di calcio ai ragazzi attori senza mai interrompere l’incontro, riprendendo il tutto seguendo le azioni con un lunghissimo piano sequenza solo brevemente interrotto da rapidi cambi di inquadratura. Il tutto è poi impreziosito dalla reale perizia degli attori nel giocare al calcio che aumenta il senso di realtà della partita.

Ma Garpastum non è solo un’elegia del gioco del calcio, ma è anche e soprattutto il racconto del sogno di emancipazione di quattro ragazzi che vedono nella costruzione di un campo di calcio il realizzarsi delle loro più alte aspirazioni. Sogno destinato a fallire nel sangue e sotto una pioggia sporca, in una scena tanto violenta quanto desolante.

Alex Guerman Jr. è capace di forti contrasti. Alla raffinata scenografia di una toilette dove si consuma un rapporto sessuale fa da contraltare il fango, onnipresente, degli improvvisati campi di gioco in un cortile, in strada o su un terreno prospiciente il mare.

Fango che sporca tutto, camice, pantaloni, cravatte e soprattutto i visi dei giovani attori che sembrano ritagliati da una vecchia fotografia ingiallita dimenticata per anni in un cassetto.

Film di indubbio interesse che trova il suo maggiore limite proprio nella fastosa eleganza che irretisce sia lo spettatore ma anche i suoi realizzatori evidentemente troppo intenti a rimirarsi senza accorgersi, ad esempio, dell’eccessiva lunghezza dell’opera alla quale qualche sforbiciata non avrebbe nociuto

(Daniele Sesti)



Cast

    Alexander Bykovsky

... Misha

    Chulpan Khamatova

... Anica

    Danila Kozlovsky

... Nikolay

    Dmitry Vladimirov

... Shust

    Evgeny Pronin

... Andrey

    Gosha Kutzenko

... Alexander Blok

    Iamze Sukhitashvili

... Vita

    Pavel Romanov

... zio

Dati Tecnici

Nazione

 

Russia

Regia

 

Aleksey German Jr.

Sceneggiatura

 

Oleg Antonov

Fotografia:

 

Oleg Lukichev

Produzione:

 

V.K. Kampaniya

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................