La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Dear Wendy

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................

..............................
SITO UFFICIALE 2
..............................



Dear Wendy

(Dear Wendy)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 105 minuti   Uscito al cinema il: 23/09/2005   


...non è solo un semplice esercizio metalinguistico, Dear Wendy è una riflessione critica sul cinema e sulla sua forza penetrante.


Trama:

Dick fonda un club, The Dandies, di ragazzi pacifisti, ma con l'amore per le armi. Regola uno non tirare mai furi la pistola che possiedono segretamente, ma le cose possono cambiare...



Vota il film!

Voto medio: 5,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Dear Wendy

Che il cinema fosse un’arma lo aveva detto già qualcuno che lo usava per falsificare notizie e condizionare le menti di elettori e affini. Addirittura, lungimirante (alla sua epoca la Tv ancora non esisteva), lo considerava “l’arma più forte”. Lars Von Trier prima (per la sceneggiatura) e l’amico e compagno di dogmatiche avventure, Thomas Vinterberg, poi (per la regia) lo celebrano come arma per la crescita dell’autostima.

E’ un crogiolo di citazioni Dear Wendy (tanto per cominciare Wendy sta per il nome della pistola del protagonista, ma è anche per il nome della moglie del Jack Torrance di Shining) e riconoscerle tutte sarebbe un gioco da francesi mac-mahonisti (solo per dirne qualcuna: la pistola di Huey, uno dei componenti del gruppo dei “dandies” – un po’ come i drughi di Arancia meccanica ma con meno amore per la violenza, più eleganti quindi, più romantici – si chiama Lyndon come il Barry dell’omonimo film di Kubrick al quale la coppia Von Trier-Vinterberg rende omaggio anche chiamando le munizioni delle armi “full metal jacket”). Ma non è solo un semplice esercizio metalinguistico, Dear Wendy è una riflessione critica sul cinema e sulla sua forza penetrante.

A Dick, il protagonista nonché direttore di ogni iniziativa dei “dandies”, piace analizzare ogni arma, studiarla nei minimi particolari, capire la dinamica di entrata nel buio nel corpo umano e di uscita verso il sole, la luce. E’ solo così che si sente adulto, maturo, padrone di sé, in grado di affrontare a viso aperto gli abitanti della piccola piazza costruita davanti allo sbocco di due miniere (fori d’arma da fuoco anche questi), anche quando questa si popola dei cecchini di Full Metal Jacket e si trasforma in un teatro da far west. Quale migliore metafora per alludere alla parabola della crescita, del cambiamento umano e sociale che l’immagine-movimento può provocare.

(Adele H.)



Cast

Bill Pullman   Bill Pullman
(52 anni circa in questo film)

... Krugsby

    Danso Gordon
(26 anni circa in questo film)

... Sebastian

Jamie Bell   Jamie Bell
(19 anni circa in questo film)

... Dick

Mark Webber   Mark Webber
(25 anni circa in questo film)

... Stevie

Michael Angarano   Michael Angarano
(18 anni circa in questo film)

... Freddie

Dati Tecnici

Nazione

 

Danimarca / Francia / Germania / Regno Unito

Regia

 

Thomas Vinterberg

Sceneggiatura

 

Lars von Trier

Produzione:

 

Lucky Punch / Zentropa Entertainments

Distribuzione:

 

Eagle Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................