La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Tracce sulla Terra

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2005
SIC - Settimana Internazionale della Critica

..............................



Tracce sulla Terra

(Yadasht Bar Zamin)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 78 minuti   



Trama:

Un uomo trova l'unica ragione della morte del suo bambino durante il parto nella volontà di Dio, credendo anche che gli sia affidata una missione, quella di uccidere i bambini del villaggio per sottrarli alla vanità del
mondo.



Vota il film!

Voto medio: 3,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Tracce sulla Terra

Iniziamo col dire che le intenzioni sono giuste: far vedere quanta distruzione possono causare quelle menti folli che usano la religione per giustificare la loro pazzia. In tempi come quelli odierni, ben vengano film che denunciano l’integralismo religioso che semina un terrore che nessun Profeta o Dio ha mai chiesto.

Fin qui siamo stati chiari, ma visto che dobbiamo parlare di cinema, dobbiamo pur dire che Tracce sulla Terra, usa un linguaggio abbastanza contorto per farci capire il messaggio. Ali Mohammad Ghasemi, che del film ha curato, oltre la regia, anche il montaggio, la sceneggiatura e la fotografia, ha girato molti cortometraggi prima di arrivare alla sua opera prima e da questa si vede che è un buon conoscitore della storia del Cinema, però si vede anche che il suo è anche un approccio intellettualistico nei confronti della realtà.

Bisogna però riconoscere che ci vuole un certo coraggio a proporre un film così visionario quando, oggi, i film che ci vogliono far vedere come va la realtà usano quasi tutti un piglio documentaristico. Probabilmente molti, vedendo il film, grideranno al miracolo vedendo qualcuno che riprende la lezione formale del primo espressionismo tedesco e la fonde con un certo gusto “straniante” che andava per la maggiore negli anni settanta. Ma allora bisogna porsi una domanda: è più importante la forma o il contenuto? E’ ovvio che se si parla di cinema la forma è importante perché altrimenti si dovrebbe parlare di inchiesta o di documentario (ed anche qui la forma ha la sua parte), ma è altrettanto ovvio che se si vuole lanciare un messaggio (per giunta fortissimo, come la condanna dell’integralismo religioso) è pure necessario farsi capire. Molti diranno: basta con i film slogan che usano storie per costruirci intorno una brutta retorica. Ma tra il messaggio facilotto e la totale non concessione ad un pubblico “normale”, ci sta in mezzo un mare.

E’ un po’ come chi pretende di lanciare un messaggio forte con la musica dodecafonica e chi, invece, usa il pop. Quale dei due arriverà al pubblico? In poche parole Tracce sulla Terra è uno di quei film riservati ad un pubblico di nicchia che potrà trovare tutti i riferimenti colti e crogiolarsi nella sua “conoscenza”. Ma, io penso, che in tempi tragici come questi bisognerebbe guardare di più al “Popolo”, per far sì che quella “conoscenza” un giorno possa essere di tutti e non solo della “nicchia”.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Asiyeh Bakhshizad

... la donna

    Hossein Moslemi

... l'uomo

    Shirin Ghasemi

... la bambina

Dati Tecnici

Nazione

 

Iran

Regia

 

Ali Mohammad Ghasemi

Sceneggiatura

 

Ali Mohammad Ghasemi

Fotografia:

 

Ali Mohammad Ghasemi

Colonna Sonora

 

Jean-Guy Véran

Produzione:

 

Iranian Young Cinema Society

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................