La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Dear Frankie

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



Dear Frankie

(Dear Frankie)

Film del: 2004     Genere: Drammatico
Durata: 102 minuti   Uscito al cinema il: 22/07/2005   



Trama:

Da quando é nato, Frankie non ha fatto altro che trasferirsi con la madre di casa in casa. La madre, per riempire la mancanza del padre, scrive delle false lettere che vedono l'uomo protagonista di avventure in luoghi esotici..



Vota il film!

Voto medio: 6,60

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Dear Frankie

Leggendo la trama, Dear Frankie potrebbe tranquillamente sembrare uno dei tanti film ricattatori nei confronti dello spettatore, una di quelle pellicole “false” dove qualsiasi evento o caratterizzazione dei personaggi tende a strappare le lacrime e sciogliere i cuori di chi guarda.

Così per fortuna non è, anzi questa storia quasi biografica scritta da Andrea Gibb si mantiene sui toni leggeri della commedia senza infierire sui propri protagonisti (caratteristica che nel Regno Unito sembra un’esclusiva Ken Loach), lasciando che la favola prenda il sopravvento sul dramma.

Da una parte la provincia scozzese col suo territorio ostile, una povertà diffusa e una felicità da trovarsi nelle piccole cose, dall’altra il dramma di un piccolo nucleo familiare che va finalmente a stemperarsi trovando un nuovo equilibrio dal quale ripartire.

Sono “piccole” (nell'accezione più positiva del termine) e preziose le cose che rendono Dear Frankie uno di quelle opere alle quali facilmente ci si affeziona.

E’ la voce silenziosa di Frankie che possiamo ascoltare solo quando scrive al padre, sono i premurosi sguardi di mamma Lizzie verso il proprio pargolo, è il lucente sorriso della brava cameriera Marie e la gioiosa curiosità di due bambini ansiosi di capire cosa si nasconda nell’armadio dei genitori, è un tramonto su un mare di confine, è una mano in una mano…

E così una storia che sembrava una delle tante finisce per prenderci la mano, portandoci in un mondo dove non c’è nulla di male nel forzare un poco la realtà dei fatti verso la fantasia di ciò che vorremmo che fosse. Dopotutto, perché essere eternamente pessimisti?

Il film fu presentato in concorso nella scorsa edizione di Cannes con discreto successo. Merito senza dubbio anche dell’eccellente cast capitanato dalla bella e affascinante Emily Mortimer (che vedremo presto in Matchpoint di Woody Allen) e dal giovanissimo Jack McElhone (già visto in Young Adam), al cui fianco troviamo quel Gerard Butler sul cui successo Hollywood sembra punti forte(Il fantasma dell’opera, Tomb Raider 2 ). Qui nelle vesti dell’uomo misterioso venuto dal mare, riesce nel non facile compito di dare credibilità ad un personaggio quasi solo accennato visivamente. Gradita sorpresa.

(Andrea D'addio)



Cast

Emily Mortimer   Emily Mortimer
(33 anni circa in questo film)

... Lizzie

    Jack McElhone

... Frankie

    Mary Riggans

... Nell

Sharon Small   Sharon Small

... Marie

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Shona Auerbach

Sceneggiatura

 

Andrea Gibb

Fotografia:

 

Shona Auerbach

Colonna Sonora

 

Alex Heffes

Produzione:

 

Pathé Pictures / UK Film Council

Distribuzione:

 

Miramax

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................
L'ULTIMA OPINIONE


Da vedere subito!!!

..............................

leggi le opinioni

..............................

scrivi la tua opinione

..............................