La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Coach Carter

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




02/06/2005
Le uscite del fine settimana: Dustin Hoffman in I Love Huckabees e il nuovo film di Gregg Araki Mysterious skin

..............................

Coach Carter

(Coach Carter)

Film del: 2005     Genere: Drammatico / Sportivo
Durata: 136 minuti   Uscito al cinema il: 03/06/2005   


A tre anni da Save the Last Dance , Thomas Carter torna a dirigere un film sui giovani, i loro sogni, le loro speranze e le loro difficoltà. Coach Carter è, infatti, la storia (realmente accaduta) della squadra di basket del liceo di Richmond e del suo allenatore, Ken Carter


Trama:

La storia di Ken Carter, un allenatore di basket americano, dei suoi successi ma anche delle forti critiche ricevute per i suoi metodi.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Coach Carter

A tre anni da Save the Last Dance , Thomas Carter torna a dirigere un film sui giovani, i loro sogni, le loro speranze e le loro difficoltà. Coach Carter è, infatti, la storia (realmente accaduta) della squadra di basket del liceo di Richmond e del suo allenatore, Ken Carter (che non è in alcun modo imparentato con il regista!), coach determinato tanto quanto discusso dalla sua comunità per via dei suoi metodi di insegnamento.
Leitmotiv di questo film è senz’altro una serie di forti valori (come la solidarietà, l’impegno, la dedizione, la fiducia nel futuro e nelle proprie capacità, la forza di volontà) che Carter tenta di inculcare nella vita e nelle famiglie dei suoi ragazzi, laddove la pallacanestro sembra essere per loro l’ultimo, o forse l’unico, modo per emergere nella società e per dare un senso alla propria vita. I fatti, accaduti nel 1999 nella comunità di Richmond, in California, dimostrano come la perseveranza, la determinazione e il coraggio di un uomo che si dedica con tutta l’anima non solo al basket, ma anche a chi lo pratica con passione e voglia di riuscire, siano più forti di tanti pregiudizi e paure che spesso derivano da una condizione di vita disagiata e altamente stressante.

Samuel L. Jackson, nei panni del coach Carter, dà l’ennesima bella prova di sé, interpretando con estrema naturalezza e spiccata energia il ruolo di un uomo che nello stesso tempo è chiamato ad essere allenatore, insegnante, psicologo e padre di una ventina di giovani cestisti. Jackson dosa bene l’ironia, la risolutezza, la fantasia e la velata preoccupazione con cui Carter affronta le difficoltà di tutti i giorni, specie quelli “di fuoco” in seguito alla sospensione, per punizione, degli allenamenti e degli incontri di campionato. E proprio per quanto concerne le sequenze dedicate alle partite di basket, che sono parecchie e durano diversi minuti ciascuna, Carter (regista) coniuga bene l’interpretazione abbastanza realistica da parte dei giocatori con ritmi serrati e inquadrature dinamiche e ben realizzate, frutto del lavoro di quattro camere distinte. Un tocco di frizzante energia in più è dato, inoltre, alla nutrita colonna sonora che vanta ben 14 brani inediti e che riflette e sostiene tutta la narrazione: la forza di essa è stata fonte di grande ispirazione per i numerosi artisti che vi hanno collaborato (tra gli altri, Twista, Faith Evans, Ciara e Red Café), e il risultato finale è raccolto nell’album pubblicato dalla Capitol Records.

Da un lato, dunque, Coach Carter può ritenersi un film riuscito nel suo genere e piuttosto godibile, ma dall’altro è d’obbligo sollevare qualche dubbio sull’originalità della storia narrata: se è vero che essa è basata su un fatto realmente accaduto, e quindi non è direttamente “responsabile” di ciò che racconta, è altrettanto vero che dall’America giungono ormai troppo spesso pellicole che parlano di giovani, di sogni, di difficoltà e buoni sentimenti. Il che non è necessariamente un male (anzi!) ma… è poi sempre così realistico e naturale un inevitabile lieto fine?

(Laura Spina)



Cast

    Antwon Tanner

... Worm

    Nana Gbewonyo
(25 anni circa in questo film)

... Junior Battle

    Rick Gonzalez
(26 anni circa in questo film)

... Timo Cruz

Rob Brown   Rob Brown
(21 anni circa in questo film)

... Kenyon Stone

    Robert Ri'chard
(22 anni circa in questo film)

... Damien Carter

Samuel L. Jackson   Samuel L. Jackson
(57 anni circa in questo film)

... allenatore Ken Carter

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Thomas Carter

Sceneggiatura

 

Mark Schwahn / John Gatins

Fotografia:

 

Peter E. Berger

Colonna Sonora

 

Trevor Rabin

Produzione:

 

Coach Carter, MTV Films, Tollin/Robbins Productions

Distribuzione:

 

UIP

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................