La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Terra Promessa

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2004
Film 'in concorso'

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




19/05/2005
Le uscite del fine settimana.
Star Wars - Episodio III: si conclude la saga di fantascienza più famosa della storia del cinema.

..............................

Terra Promessa

(Promised Land)

Film del: 2004     Genere: Drammatico
Durata: 90 minuti   Uscito al cinema il: 20/05/2005   


Gitai denuncia una realtà che se fino a qualche tempo fa ci poteva sembrare lontana e incomprensibile...


Trama:

Un gruppo di donne dell'Europa dell'Est, si avventura nel deserto del Sinai in cerca di fortuna. Un'organizzazione locale, dedita al traffico di donne bianche, le intercetta e le rende schiave del sesso...



Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Terra Promessa

La romantica immagine di una carovana che attraversa il deserto in una notte di luna piena si frantuma di fronte alle violenze messe in atto dagli uomini. Un gruppo di ragazze dell'Europa dell'Est, alla ricerca di miglior fortuna si avventura nel deserto: cercano di attraversare l'arida distesa del Sinai e di seguito la frontiera israeliana. I beduini che hanno scelto come guide, però, hanno per loro altri progetti. Le vendono ad un'organizzazione che le trasporterà in giro per il paese, e addirittura anche nei territori palestinesi, come vere e proprie schiave del sesso.

Violentate nel corpo e nello spirito, costrette in vestiti succinti e imbellettate oltre ogni decenza, le loro belle speranze affonderanno in locali di infimo ordine in cui saranno alla mercè di laidi personaggi. La loro unica possibilità di salvezza sarà forse una turista che, quesi per caso, si imbatte in loro...

Ritorna la denuncia di Gitai, e questa volta il tema è talmente scottante che fin da subito la pellicola viene additata come il film-shock di questa sessantunesima edizione della mostra del cinema di Venezia. Quella della tratta delle bianche a tanti potrà sembrare quasi una leggenda metropolitana tanto il tema è anacronistico.
In effetti è un problema serio: ogni anno un'infinità di donne, provenienti soprattutto dalle martoriate regioni dell'Est europeo vengono vendute come schiave e costrette a prostituirsi. Il giro d'affari che ruota intorno a questo traffico di carne umana è impressionante e purtroppo sempre più spesso viene considerato quasi come una "antica usanza" da preservare.

Gitai denuncia una realtà che se fino a qualche tempo fa ci poteva sembrare lontana e incomprensibile, oggi ci riguarda sempre più da vicino: quante volte abbiamo sentito di albanesi, rumene, ex jugoslave che sono state introdotte in Italia proprio per essere sfruttate come prostitute? L'originalità del regista si intravede proprio in questa sua capacità di saper cogliere situazioni e momenti determinanti del mondo contemporaneo, non tralasciando mai i sentimenti, i modi di vivere e le convinzioni del nostro tempo. Anche questa volta riesce, con spirito critico e una buona dose di coraggio, a denunciare un altro aspetto, poco gratificante, dell'essere umano.

(Teresa Lavanga)



Cast

    Alla An

... Alla

    Amos Lavi

... Hezi

Anne Parillaud   Anne Parillaud
(44 anni circa in questo film)

... Anne

Diana Bespechni   Diana Bespechni

... Diana

Hanna Schygulla   Hanna Schygulla
(61 anni circa in questo film)

... Hanna

    Katya Drabkin

... Katya

    Kristina Likhnyski

... Kristina

Rosamund Pike   Rosamund Pike
(25 anni circa in questo film)

... Rose

    Yussuf Abu-Warda

... Yussuf

Dati Tecnici

Nazione

 

Israele / Francia

Regia

 

Amos Gitai

Sceneggiatura

 

Amos Gitai / Marie-Jose Sanselme

Fotografia:

 

Caroline Champetier

Colonna Sonora

 

Simon Stockhausen

Produzione:

 

Agav Productions

Distribuzione:

 

Lady Film

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................