La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Una Casa alla Fine del Mondo

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



Una Casa alla Fine del Mondo

(A Home at the End of the World)

Film del: 2004     Genere: Drammatico / Romantico
Durata: 96 minuti   Uscito al cinema il: 17/10/2004   


Vota il film!

Voto medio: 6,40

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Una Casa alla Fine del Mondo

Per la serie i favolosi anni '70. Bobby e Jonathan crescono insieme nei sobborghi di Cleveland dividendo la solitudine, una vaga timidezza, la sensazione di essere sempre fuori posto e tanti spinelli. Bobby è un ragazzo solo, segnato da molte sofferenze così, in breve, Jonathan e la sua famiglia diventano un punto di riferimento costante. Quando quest'ultimo parte per il college, il ragazzo si adatta a fare il panettiere, ma un bel giorno, spinto da quel suo continuo bisogno di affetto e calore umano decide di trasferirsi a New York dall'amico di sempre. Qui si ritrova a condividere la casa non solo con Jonathan ma anche con la esuberante ed eccentrica creatrice di cappelli Claire. Il ménage a trois non si fa attendere, ma più che le complicazioni, da questo stravagante stile di vita i tre decidono di prendere il meglio...almeno fino a quando è possibile.

Riadattato dall'omonimo romanzo del premio Pulitzer Michael Cunningham, il film si dipana con piglio scanzonato e leggero nonostante i temi trattati. L'universo gay, una visione del mondo alternativa, decisioni coraggiose e fuori dal comune trovano in questa pellicola ampio spazio. Non è assolutamente un film sui gay o per i gay, è un film che presenta un'altra faccia della realtà, una nuova dimensione dell'uomo, della donna e della famiglia. E' un attacco all'America che di questi tempi sta riscoprendo il suo spirito puritano (forse mai sopito), è un attacco ai perbenisti e a tutta quella fetta di società che continua a voler tenere gli occhi chiusi per non vedere a cosa conduce la bieca ottusità nella quale si ostina a vivere. Gli anni '80, fino a qualche tempo fa così bistrattati e malvisti da tutti, qui ci vengono mostrati in tutto il loro splendore kitsch, che provoca sempre un po' di nostalgia: capelli cotonati e coloratissimi, spalline smodate, arredamento e trucco esagerato. Le musiche, fra cui molti brani di Bob Dylan, Robbie Robertson e Steve Reich (Neil Young ha declinato l'invito perché non gradiva che le sue musiche si abbinassero a immagini "scabrose") forse ai tanti cultori potranno sembrare scontate, poco ricercate, a me invece hanno provocato una sorta di malinconia e forse anche un po' di nostalgia.

L'interpretazione di Colin Farrell (nuova sexy icona gay) è buona, tanto da risultare credibile nei panni del ragazzotto bisognoso d'affetto, sfrontato e impacciato ma capace di cavarsela in ogni occasione. E non ce la sentiamo di dargli un brutto voto anche se la tanto attesa scena di nudo a quanto pare non solo non è stata tagliata ma non esiste neppure.

(Teresa Lavanga)



Cast

Colin Farrell   Colin Farrell
(28 anni circa in questo film)

... Bobby Morrow nell'82

Dallas Roberts   Dallas Roberts
(34 anni circa in questo film)

... Jonathan Glover nell'82

    Erik Smith Meyer

... Bobby Morrow nel 74

    Harris Allan
(19 anni circa in questo film)

... Jonathan Glover nel 74

Matt Frewer   Matt Frewer
(46 anni circa in questo film)

... Ned Glover

Robin Wright   Robin Wright
(38 anni circa in questo film)

... Clare

Sissy Spacek   Sissy Spacek
(55 anni circa in questo film)

... Alice Glover

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Michael Mayer

Sceneggiatura

 

Michael Cunningham

Fotografia:

 

Enrique Chediak

Colonna Sonora

 

Duncan Sheik

Produzione:

 

Killer Films

Distribuzione:

 

Mediafilm

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................