La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

The Woodsman - Il Segreto

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




14/02/2007
Il Bello in TV: Luci della Ribalta

..............................

The Woodsman - Il Segreto

(The Woodsman)

Film del: 2004     Genere: Drammatico
Durata: 87 minuti   Uscito al cinema il: 28/01/2005   


“The woodsman” è un film controverso, duro e dalle tematiche difficili da sopportare e la fascinazione che esso esercita sullo spettatore...


Trama:

Dopo aver scontato dodici anni di prigione per pedofilia,un uomo pentito tenta di ricostruirsi una dignità in una comunità ostruzionista e ostile.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: The Woodsman - Il Segreto

Dal 28 gennaio approderà sugli schermi italiani l’opera prima di Nicole Kassell, “The woodsman – il segreto”, con Kevin Bacon e Kyra Sedgwick.
Il film sembra essere nato sotto una buona stella, in quanto negli Stati Uniti è stato distribuito dalla Newmarket (artefice del successo de "La passione di Cristo" e "Monster") e la data di uscita, sempre negli USA, è stata la stessa in cui un anno fa fu distribuito proprio "Monster".

Ma, al di là di fortunate congiunture astrali e di curiose coincidenze propiziatorie, c’è subito da dire che il lavoro dell’esordiente Kassell è davvero degno di Oscar, se non altro perché la pregnanza della sua sceneggiatura è stata in grado di far emergere ancora una volta la parte migliore di Bacon. Quest’ultimo interpreta, infatti, il ruolo di Walter, un uomo che, dopo dodici anni di galera, esce di prigione e tenta di reinserirsi nella società e di ricostruirsi una vita decente. Il problema è che il motivo della sua detenzione è una brutta storia di pedofilia, e ci vuole poco ad intuire che per Walter sarà piuttosto dura riuscire non solo a riabilitare se stesso, ma anche a redimersi agli occhi della sorella e ad essere accettato all’interno di una comunità che lo ritiene nient’altro che feccia umana.

“The woodsman” è un film controverso, duro e dalle tematiche difficili da sopportare e la fascinazione che esso esercita sullo spettatore sta proprio nell’abilità che la regista ha dimostrato nel renderci comprensivi e quasi compassionevoli nei confronti di un uomo che, in un’altra circostanza, non si faticherebbe a definire “mostro” e a relegare ai margini della società. Bacon, dal canto suo, credo abbia rivelato ancora una volta il proprio talento, sostenendo forse in questo film la sua migliore interpretazione: egli ci regala un ritratto commovente e tormentato di quest’uomo che, contro una comunità assolutamente ostile, una famiglia che non lo vuole più vedere e un ostracismo malcelato sul posto di lavoro, tenta di cancellare le proprie colpe e farsi perdonare per ciò che ha fatto. Il personaggio di Bacon è un uomo di poche parole, e la grandiosità dell’attore sta nel trasmettere tutta l’inquietudine ed il peso che esso si porta dietro solo attraverso semplici gesti meccanici, sguardi incolore persi nel vuoto, espressione stanca e afflitta, momenti di vero e proprio delirio isterico. Senza considerare la difficoltà derivata dal fatto che Vicky, la donna di cui si innamora, è interpretata dalla sua vera moglie: al loro primo “appuntamento”, per esempio, non traspare assolutamente la complicità che può esserci tra i due (che hanno quindici anni di rapporto alle spalle), ma tutta la trepidazione, l’incertezza e l’eccitazione peculiari di un primo incontro.
A proposito di questa sequenza, è da segnalare l’originalità con cui è stata girata e montata: è stata, infatti, realizzata attraverso piccoli e frenetici salti cronologici, brevi ellissi che si sovrappongono a un ritmo visivo battente ma delicato. Tutta la regia, in effetti, risulta senza dubbio un buon lavoro, considerando anche che la debuttante Nicole Kassell ha poco più di vent’anni; l’unico elemento che, probabilmente, avrebbe potuto essere un pochino più incisivo è la colonna sonora, ma “The woodsman” è senza ombra di dubbio un film che vale la pena vedere e che, oltre al premio per la sceneggiatura alla Slamdance Screenplay Competition e all’onore di essere stato proiettato (in verità, presentato come tesi di laurea) al Sundance Film Festival nel 2001, merita di ricevere altri riconoscimenti significativi.

(Laura Spina)



Cast

Benjamin Bratt   Benjamin Bratt
(41 anni circa in questo film)

... Carlos

    Carlos Leon

... Pedro

    David Alan Grier
(49 anni circa in questo film)

... Bob

    Hannah Pilkes

... Robin

Kevin Bacon   Kevin Bacon
(46 anni circa in questo film)

... Walter

    Kevin Rice

... Candy

Kyra Sedgwick   Kyra Sedgwick
(39 anni circa in questo film)

... Vicki

Michael Shannon   Michael Shannon
(30 anni circa in questo film)

... Rosen

Mos Def   Mos Def
(31 anni circa in questo film)

... sergente Lucas

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Nicole Kassell

Sceneggiatura

 

Nicole Kassell / Steven Fechter

Fotografia:

 

Xavier Pérez Grobet

Produzione:

 

Lee Daniels Entertainment

Distribuzione:

 

Nexo





..............................

scrivi la tua opinione

..............................