La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Ray

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
PREMI


oscar
Oscar 2005

Jamie Foxx   miglior attore

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




03/02/2005
"Ray Charles? E' come se avesse visto il mio film": incontro con Taylor Hackford, regista di Ray
24/02/2005
Scommesse inglesi


12/06/2007
Vent'anni "d'arte" cinematografica

..............................

Ray

(Ray)

Film del: 2004     Genere: Biografico / Musicale
Durata: 152 minuti   Uscito al cinema il: 28/01/2005   


“The Genius”, questo è il soprannome con cui verrà sempre ricordato Ray Charles, sicuramente uno dei più grossi artisti del Novecento.


Trama:

Dagli inizi alla celebrità internazionale, Ray Charles ha vinto scommesse impossibili ed ha segnato una nuova era nella musica per gli anni a seguire.



Vota il film!

Voto medio: 6,40

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Ray

Ad ogni appassionato di musica se solo gli si nomina “I got a woman”, “What’d I say”, “Georgia on my mind”, “Unchain my heart” o “I can’t stop loving you”, già vengono le lacrime agli occhi. Se si pensa poi che tutti questi fantastici brani vengono dalla mano di una sola persona, allora l’emozione è ancora più forte.

“The Genius”, questo è il soprannome con cui verrà sempre ricordato Ray Charles, sicuramente uno dei più grossi artisti del Novecento. La sua è stata una vita difficile. Nato da famiglia poverissima, tirato su soltanto dalla madre, suo fratello muore ancora bambino sotto i suoi occhi (incubo che ricorre spesso nel film), poi all’età di sette anni diventa cieco per un glaucoma. Il suo riscatto sarà la musica (e che musica!).

“Ray”, il film, è un percorso emozionale attraverso quarant’anni della vita di questo grande artista. A partire dall’infanzia, richiamata attraverso molti flashback, fino ad arrivare agli anni settanta, in cui il Nostro era già diventato un’istituzione.
E’ difficile narrare la vita di una persona così, senza scadere nell’agiografico o senza affrontare il rischio di abbellire molti avvenimenti per onorarne la figura. Taylor Hackford è riuscito benissimo nell’intento, rappresentandoci Ray Charles anche come un personaggio negativo; i problemi che “The Genius” ebbe con l’eroina lo resero sicuramente una persona “difficile” da trattare.
C’è da precisare che il film è stato girato prima che Ray Charles morisse il 10 giugno di quest’anno, per cui il racconto non vuole essere un epitaffio, ma soltanto un omaggio sentito ad una persona che per certi versi ha cambiato il corso della musica e della cultura non solo americana, ma mondiale. D’altra parte Ray è stato il primo a non voler cantare in tempi di segregazione, per sale in cui erano ammessi soltanto i bianchi, e lo ha fatto mettendo in gioco la sua popolarità e i suoi soldi.
Jamie Foxx, oltre ad essere bravissimo, è impressionante per la sua somiglianza con Ray Charles, e anche gli altri personaggi sono caratterizzati magnificamente.
“Ray” però, oltre ad essere il racconto di una vita è anche un film sull’amore: l’amore che il Nostro provava verso sua moglie Della Bea (interpretata dalla brava Kerry Washington), malgrado i suoi comportamenti non irreprensibili nei confronti di questa; e poi l’amore verso la musica, la sua più grande passione “non terrena”.
La vita di Ray Charles è un classico esempio di come questa forma straordinaria che è la musica possa essere un mezzo di riscatto nei confronti di un mondo che tende ad escluderti. Non scordiamoci che questo artista era cieco (quindi aveva un handicap) e nero in un periodo in cui l’America era istituzionalmente razzista e bigotta (bruciava i dischi di Elvis in falò pubblici!), ed è per questo che la sua rivolta vale ancora di più.
Oggi tutti i “ribelli” (ma quali ribelli!), diventano divi della TV dopo una giornata, allora invece chi voleva imporsi in maniera diversa doveva lottare fino allo stremo, e allora sì che era un vero ribelle.
Ray Charles ha lottato per far sì che la musica cambiasse, e ci è riuscito. Anzi ha fatto di più: ha lottato per far sì che cambiasse il mondo, e ci è riuscito.
Non è poco per un uomo la cui unica arma era una canzone!

(Renato Massaccesi)



Curiosità:

Ray Charles, morto il 10 giugno 2004, è riuscito a "vedere" la prima stesura del film.

Jamie Foxx suona realmente il pianoforte in tutte le scene del film.



Cast

Jamie Foxx   Jamie Foxx
(37 anni circa in questo film)

... Ray Charles

Terrence Howard   Terrence Howard
(35 anni circa in questo film)

... Gossie McKee

Kerry Washington   Kerry Washington
(27 anni circa in questo film)

... Della Bea Robinson

Regina King   Regina King
(33 anni circa in questo film)

... Margie Hendricks

    Clifton Powell
(57 anni circa in questo film)

... Jeff Brown

    Harry J. Lennix

... Joe Adams

Bokeem Woodbine   Bokeem Woodbine
(31 anni circa in questo film)

... Fathead Newman

Aunjanue Ellis   Aunjanue Ellis
(35 anni circa in questo film)

... Mary Ann Fisher

    Sharon Warren

... Aretha Robinson

    C.J. Sanders

... Ray Robinson giovane

Curtis Armstrong   Curtis Armstrong
(51 anni circa in questo film)

... Ahmet Ertegun

Richard Schiff   Richard Schiff
(49 anni circa in questo film)

... Jerry Wexler

    Larenz Tate
(29 anni circa in questo film)

... Quincy Jones

    David Krumholtz
(26 anni circa in questo film)

... Milt Shaw

    Wendell Pierce
(42 anni circa in questo film)

... Wilbur Brassfield

    Chris Thomas King
(42 anni circa in questo film)

... Lowell Fulson

Home Video

Anno di uscita in home video: 2005

Distribuzione: Paramount

Contenuti speciali:  Commento del regista / Scene eliminate / Video musicale / Featurette / Interviste

Formati audio: Dolby Digital 5.1

Formati video: Anamorfico / 1.85 : 1

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Taylor Hackford

Sceneggiatura

 

Taylor Hackford / James L. White

Fotografia:

 

Pawel Edelman

Colonna Sonora

 

Craig Armstrong

Produzione:

 

Anvil Films

Distribuzione:

 

UIP

Distribuzione Home video:

 

Paramount

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................
L'ULTIMA OPINIONE


A che pro?

..............................

leggi le opinioni

..............................

scrivi la tua opinione

..............................