La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Talos l'Ombra del Faraone

Talos l'Ombra del Faraone

(Tale of the Mummy)

Film del: 1998     Genere: Horror
Durata: 119 minuti   



Trama:

Degli archeologi risvegliano la mummia del temibile Turkel. Sam dovrà cercare di fermare gli omicidi della mummia.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Talos l'Ombra del Faraone

C’era bisogno di rinverdire il mito cinematografico della mummia egiziana?
Decisamente no. Per tanti motivi. Non ultimo per la pochezza e l’approssimazione di questo film diretto da Russel Mulcahy . Il regista di “Highlander – L’ultimo immortale” ci propina un polpettone di difficile digeribilità ad iniziare dalla storia sconnessa ed incoerente dove si affastellano strafalcioni storici e baggianate di rara intensità. Va bene la predilezione per il genere fantasy del direttore e sceneggiatore australiano ma ascoltare definizioni del tipo “era un eretico greco di tremila anni fa” è davvero troppo. Difficile mandare giù anche l’ambientazione thriller che ad un certo punto si cerca di dare all’opera quando la mummia si trasforma in un serial killer in tutta regola che semina morte e terrore per le strade di Londra. Già perchè Talos (“l’eretico greco di tremila anni fa”) era un transfuga nell’Egitto dei faraoni dove, grazie a non meglio ben precisati poteri sovrannaturali, è riuscito a resuscitare sotto forma di bende che svolazzano fra la caligine londinese alla ricerca degli organi vitali dei suoi adepti dell’epoca che nel frattempo si sono reincarnati (anche in un cane!). Più che bende, in realtà, il serpentone omicida, ricorda un rotolo di scotch da pacchi ed il massimo è quando lo vediamo insinuarsi nell’immancabile cabina dove una bionda sta facendo una doccia... (quante ne dovremo vedere, ancora, di queste irriverenti citazioni???).
Scene involontariamente comiche farciscono questo film in cui, un montaggio poco attento rivela evidenti lacune nella narrazione che si fa fatica a seguire.
Tra gli interpreti oltre ai protagonisti Jason Scott Lee (la faccia di Bruce Lee in “Dragon – la storia di B.L”) e la carina Louise Lombard spiccano le figure di Christopher Lee e Shelly Duvall, chissà come tirati dentro questa strampalata impresa.
Ai nostalgici delle mummie, consiglio di stare alla larga per evitare cocenti delusioni.

(Daniele Sesti)



Cast

Christopher Lee   Christopher Lee
(76 anni circa in questo film)

... Sir Richard Turkel

Gerard Butler   Gerard Butler
(29 anni circa in questo film)

... Burke

Honor Blackman   Honor Blackman
(71 anni circa in questo film)

... capitano Shea

Jack Davenport   Jack Davenport
(25 anni circa in questo film)

... detective Bartone

    Jason Scott Lee
(32 anni circa in questo film)

... Riley

Jon Polito   Jon Polito
(48 anni circa in questo film)

... Parsons

    Louise Lombard
(28 anni circa in questo film)

... Samantha Turkel

    Lysette Anthony
(35 anni circa in questo film)

... Dr. Claire Mulrooney

    Michael Lerner
(57 anni circa in questo film)

... Prof. Marcus

    Sean Pertwee
(34 anni circa in questo film)

... Bradley Cortese

Shelley Duvall   Shelley Duvall
(49 anni circa in questo film)

... Edith Butros

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Regno Unito / Lussemburgo

Regia

 

Russell Mulcahy

Sceneggiatura

 

Russell Mulcahy / Keith Williams / John Esposito

Fotografia:

 

Gabriel Beristain

Colonna Sonora

 

Stefano Mainetti

Produzione:

 

The Carousel Picture Company / Cine Grande Corporation

Distribuzione:

 

Moviemax

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................