La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

In My Country

In My Country

(Country of my skull)

Film del: 2003     Genere: Drammatico
Durata: 104 minuti   



Trama:

Indagine giornalistica sui crimini dell'apartheid in Sud Africa.



Vota il film!

Voto medio: 6,75

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: In My Country

Langston Whtfield, giornalista del Washington Post, viene spedito in Sud Africa dal suo editore per intervistare Col. De Jager, il più famoso torturatore della polizia durante il periodo dell’apharteid, e seguire le udienze della commissione per la verità e la riconciliazione. In quei posti assolati conosce Anna Malan, poetessa Afrikaans, la quale segue anche lei le udienze per conto di una radio. Fra i due nasce subito un attrito, che, naturalmente, si trasformerà in amicizia.

Girato da John Boorman questo In My Country ripercorre i “processi” intercorsi dopo l’apartheid e la venuta al potere di Nelson Mandela, contro la polizia che deteneva il controllo nel sud Africa in quel periodo. Il regista, che aveva girato varie città del Sud Africa durante il periodo dell’apartheid ed aver ammirato il coraggio delle persone che si opponevano a quel tipo di regime , dopo aver letto il libro di Antjie Krog “Country of my Skull”, decise subito di farne un film.

Juliette Binoche e Samuel Jackson danno forma, con il loro talento, alle figure dei due giornalisti, mentre Brendan Gleeson è il tremendo Col. De Jager. John Boorman rimane per me un cineasta inspiegabile, capace di toccare vette altissime tipo Excalibur, Anni 40, e cali di picchiata senza freno come La Foresta di Smeraldo e Il Sarto di Panama. Indubbiamente il periodo più creativo lo ebbe all’inizio degli anni settanta prendendosi una meritata palma d’oro a Cannes per la migliore regia in Leone l’Ultimo, con un sempre grande Mastroianni.

Questa pellicola sembra decollare bene, le manovre sono giuste, c’è persino un velo d’ironia che non guasta mai, le scene delle udienze sono atroci quanto basta, insomma il volo procede tranquillo. Ma un acquazzone arriva all’orizzonte. Dopo una delle scene chiavi del film nella quale uno dei bambini sud africani abbraccia il suo torturatore, il filo dell’ironia si spezza, ecco che la lacrima cade giù, e con lei anche il nostro bell’aereoplanino. E il film prende la sua folle corsa verso l’oblio con una sequenza imbarazzante dopo l’altra, situazioni piagnucolose, che rasentano il patetico, incoerenti e improbabili, fino all’irreversibile tonfo finale.

Samuel Jackson fa la sua figura, chi può negarlo, con il taglio di capelli da coatto trendy basta che faccia una smorfia e si becca subito il suo otto in pagella. Ma Juliette Binoche, anche se ancora molto brava, non è più la ribelle sbarazzina di Rosso Sangue, Rendez Vuos e Gli Amanti del Pont Neuf, non ha il più il volto del dolore imprigionato in Film Blu, sembra che questa dipartita dalla sua patria l’abbia penalizzata più che arricchita, dal soporifero Il Paziente Inglese (Minghella rimane una altro regista “inspiegabile”) al patinato Chocolat.

Speriamo che il titolo di quest’opera, appunto “In my Country” (Nel mio Paese, letteralmente), le sia di monito per farla tornare in posti a lei più cari, abbracciata da registi che sanno valutarla come dovrebbero.

(Marco Massaccesi)



Cast

    Lionel Newton

Samuel L. Jackson   Samuel L. Jackson
(55 anni circa in questo film)

... Langston Whitfield

Juliette Binoche   Juliette Binoche
(39 anni circa in questo film)

... Anna Malan

Brendan Gleeson   Brendan Gleeson
(48 anni circa in questo film)

... De Jager

    Menzi Ngubane

... Dumi Mkhalipi

    Sam Ngakane

... Anderson

    Lionel Newton

... Edward Morgan

    Aletta Bezuidenhout

... Elsa

    Langley Kirkwood
(6 anni circa in questo film)

... Boetie

    Owen Sejake

... reverendo Mzondo

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito / Irlanda / Sud Africa

Regia

 

John Boorman

Sceneggiatura

 

John Boorman / Ann Peacock

Fotografia:

 

Seamus Deasy

Colonna Sonora

 

John Murray Anderson

Produzione:

 

Chartoff Productions / Film Afrika Worldwide CC / Merlin Films

Distribuzione:

 

Lucky Red

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................