La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'Amore Ritrovato

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2004
Film 'Fuori Concorso'

..............................



L'Amore Ritrovato

(L'amore ritrovato)

Film del: 2004     Genere: Drammatico / Romantico
Durata: 105 minuti   Uscito al cinema il: 17/09/2004   


Da dimenticare: molto. Da ricordare: la bella canzone di Fabrizio De Andrè all’inizio del film.


Trama:

Italia anni '30. Classica storia: lui sposato con figlio reincontra la sua vecchia fiamma di gioventù, rimasta sola, ed intraprende una relazione senza, ovviamente, lasciare la moglie.



Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'Amore Ritrovato

A parte il sorriso di Maya Sansa e il personaggio del ferroviere interpretato da Marco Messeri, francamente c’è veramente poco da salvare in questo film di Carlo Mazzacurati.
Dal regista di bei film come Il Toro – 1994 – e La Lingua del Santo – 1999 – ci aspettavamo di più.

L’amore ritrovato – presentato fuori concorso alla 61° Mostra del cinema di Venezia – è un film deludente. A partire dalla storia (ispirata ad un romanzo di Carlo Cassola), scontata e affatto originale, che parla dell’amore adulterino tra Giovanni e Maria, ambientata nella Livorno degli anni ’30. Giovanni lavora in banca, è sposato ed ha un figlio. Durante i suoi quotidiani spostamenti in treno rivede Maria una sua ex fiamma di qualche anno addietro. Tra i due riscocca come un lampo la vecchia scintilla della passione e in men che non si dica hanno un rapporto sulla spiaggia. La loro, però, è una relazione tormentata anche perché la famiglia di lei ricatta Giovanni minacciandolo di raccontare tutto alla moglie. I due amanti si lasciano per poi riprendersi qualche mese dopo quando Giovanni deve trasferirsi stabilmente a Livorno per quaranta giorni perché chiamato a fare un campo militare nell’imminenza della campagna coloniale dell’Italia nell’Africa Orientale. Sono quaranta giorni durante i quali i due vivranno momenti di intensa e tenera passione che però culmineranno nella decisione di lei di abbandonare quella relazione che le va troppo stretta. Inizia la 2° guerra mondiale e Giovanni viene richiamato alle armi. Al termine del conflitto tornerà, vivo e con un bel paio di baffi, per incontrare di nuovo, sempre casualmente, Maria. Ma molte cose in quei nove anni sono cambiate.

Una trama, sulla quale contrariamente al solito mi sono volontariamente dilungato al fine di dare un’idea più esaustiva possibile, da melò sentimentale più adatto ad uno sceneggiato televisivo che al grande schermo di una sala cinematografica. Una squallida e piccola storia di tradimenti che nulla aggiunge di nuovo alle tante che l’hanno preceduta.
Lui, marito irreprensibile, amante focoso e geloso, che non ha alcuna intenzione di mollare la famiglia. Lei, amante appassionata alla quale crolla il mondo addosso quando vede Giovanni in un tenero quadretto familiare. Personaggi e situazioni già viste che immalinconiscono per la loro prevedibilità. In mezzo il treno che va e ritorna – metafora di una vita sempre uguale a sé stessa ? – e la dolce campagna toscana.

Da dimenticare: molto.
Da ricordare: la bella canzone di Fabrizio De Andrè all’inizio del film.

(Daniele Sesti)



Cast

Anne Canovas   Anne Canovas

... Sig.ra Ines

    Claude Lemaire

... controllore

    Luisanna Pandolfi

... Armida

Marco Messeri   Marco Messeri
(56 anni circa in questo film)

... Franchino

Maya Sansa   Maya Sansa
(29 anni circa in questo film)

... Maria

Stefano Accorsi   Stefano Accorsi
(33 anni circa in questo film)

... Giovanni

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Carlo Mazzacurati

Sceneggiatura

 

Carlo Mazzacurati / Carlo Cassola / Claudio Piersanti

Fotografia:

 

Franco Piersanti

Colonna Sonora

 

Luca Bigazzi

Produzione:

 

Biancafilm

Distribuzione:

 

Medusa

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................