La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Donna che Visse Due Volte

La Donna che Visse Due Volte

(Vertigo)

Film del: 1958     Genere: Drammatico / Mistero / Thriller
Durata: 128 minuti   



Trama:

Un ex poliziotto che soffre di vertigini viene incaricato da un amico di sorvegliare la moglie affetta da manie suicide. Non riuscirà a salvarla. Ossessionato dalla colpa, incontra una sosia della donna.



Vota il film!

Voto medio: 8,41

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Donna che Visse Due Volte

Il più misterioso, astratto e doloroso dei film di Hitchcock. Anche quello che ha provocato le letture più estreme (c'è chi ha parlato di film sulla necrofilia: Stewart soffrirebbe della passione per donne morte, senza poterlo ammettere), e che rompe esplicitamente il distacco olimpico del Maestro come una sorta di confessione ininterrotta a bassa voce.

Costruito quasi fino alla fine come un film fantastico, ha la ciclicità inarrestabile dell'incubo. Tutto è destinato a ripetersi senza poter essere modificato. Una volta tanto in Hitchcock, lo spettatore, come nelle più tradizionali costruzioni ad enigma del poliziesco, non ne sa più del protagonista, insieme al quale condivide il riflesso doppio e ambiguo delle cose che continuano a cambiare di senso. Alla fine la scoperta del colpevole (non ci verrà detto neanche se sarà assicurato alla giustizia o meno) è totalmente indifferente rispetto a quella del disinganno e del lutto subìto a ripetizione.

Noto per le sue vistose performance tecniche (la simulazione ottica delle vertigini, la famosa sequenza del sogno), ha in realtà un andamento “lento e contemplativo” scosso senza preavviso da trasalimenti, allucinazioni, accessi di colpa e riflessi mancati. E’ il più bel film di Hitchcock (con tutto il rischio che un'affermazione del genere comporta), interpretato da un James Stewart perennemente assorto e vulnerabile (“Tutti gli sforzi che compie per ricreare la donna, cinematograficamente, sono mostrati come se cercasse di spogliarla invece che di vestirla”, Hitchcock) , e da una Kim Novak cui il cinema non ha offerto più niente di altrettanto affascinante e seducente.

Titoli di testa di Saul Bass che pesano quasi come un'altra sequenza del film: sullo stupendo tema musicale di Herrmann, lavorano sulla grafica di spirali che ruotano, in un film in cui “tutto diventa cerchio, ma il cerchio non si chiude” (Eric Rohmer): potrà il povero Scottie passare il resto della propria vita senza continuare a cercare un’altra sosia della donna che ha perso due volte? Il regista, innocuo passante, attraversa un'inquadratura nella prima parte del film.

(Mario Sesti, Massimo Sebastiani)



Curiosità:

La scelta inziale del regista per la protagonista era Vera Miles, ma, restata in cinta, fu sostituita dalla Novak.

Il film non è stato replicato per anni perché faceva parte di un pacchetto di cinque i cui diritti erano stati acquistati dallo stesso Hitchcock e donati alla figlia.



Cast

James Stewart   James Stewart
(50 anni circa in questo film)

... detective John 'Scottie' Ferguson

Kim Novak   Kim Novak
(25 anni circa in questo film)

... Madeleine Elster / Judy Barton

    Joanne Genthon

... Carlotta Valdes

Barbara Bel Geddes   Barbara Bel Geddes
(36 anni circa in questo film)

... Marjorie 'Midge' Wood

    Konstantin Shayne
(70 anni circa in questo film)

... Pop Leibel

Tom Helmore   Tom Helmore
(54 anni circa in questo film)

... Gavin Elster

    Henry Jones
(46 anni circa in questo film)

... Coroner

    Ellen Corby
(47 anni circa in questo film)

... manager del McKittrick Hotel

    Lee Patrick
(57 anni circa in questo film)

... proprietario macchina scambiata per Madeleine

    Raymond Bailey
(54 anni circa in questo film)

... dottore di Scottie

Alfred Hitchcock   Alfred Hitchcock
(59 anni circa in questo film)

... uomo che cammina con impermeabile grigio

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Alfred Hitchcock

Sceneggiatura

 

Pierre Boileau / Thomas Narcejac

Fotografia:

 

Robert Burks

Colonna Sonora

 

Bernard Herrmann

Produzione:

 

Alfred J. Hitchcock Productions / Paramount Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................