La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Seven

Seven

(Se7en)

Film del: 1995     Genere: Drammatico / Mistero / Poliziesco / Thriller
Durata: 127 minuti   



Trama:

Sette delitti per sette peccati capitali; il tutto inanellato in un thriller pieno di colpi di scena e sfide psicologiche.



Vota il film!

Voto medio: 7,33

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Seven

"Mai gridare aiuto, ma sempre al fuoco. Nessuno risponde a una richiesta di aiuto. Tu urla al fuoco e arrivano di corsa."
Non solo una citazione da archivio, ma una scabrosa istantanea della nostra società, dove il peccato è l'amaro frutto, e la violenza trova il suo alleato più fedele nell'indifferenza della gente. A dir poco cinica e aspra la verità con la quale il regista ci pone a tu per tu, aiutandoci a riflettere su uno dei problemi alla base del sistema.
La realtà di un mondo così fa paura, al punto che anche la cosa più bella e piacevole, come mettere al mondo un figlio, può paradossalmente diventare un incubo, solamente pensando a tutti i pericoli che dovrà affrontare.
Senza dubbio un'esasperazione, probabilmente una forzatura, ma certamente una verità che che i nostri occhi non guardano se non quando sono costretti a farlo in prima persona.

Al di là dei messaggi, più o meno nascosti, che il film ci manda, è senz'altro di estrosa genialità la capacità di Fincher di rendere affatto banale e per nulla omologabile agli standard questo thriller, dove accurate scelte ed un brillante cast contribuiscono a far 'esplodere' il già apprezzabile Brad Pitt, oltre che ovviamente a far di questo film una vera e propria pietra miliale.

Per far apparire interessanti le vicende di due poliziotti alle prese con un assassino seriale, probabilmente non sarebbe bastata l'intuizione di associare ogni delitto ad un peccato capitale, ma il regista si rende conto che sono necessarie ulteriori accortezze.
Riesce innanzitutto a dar significato alla scelta di un omicida che non abbia nulla a che vedere con la vita e la storia dei personaggi principali, cosa che già di per se è insolita, proprio per la difficoltà di renderlo altresì interessante.
Inoltre è ammirabile l'identità, seppur a volte disgustosa, che da ad ogni delitto, incarnando tutti i vizi, e donandogli al tempo stesso un'originale e sbalorditiva peculiarità.
Fondamentale è anche e soprattutto la psicologia dei personaggi, al punto che il finale, spietato ma prettamente simbolico, è come il ferale epilogo del cammino intrapreso dal Male, e che non può non concludersi in maniera scioccante, dopo aver tuttavia lasciato intravedere la possibilità di una scelta, di una sorta di redenzione dal peccato; senza però avere buon esito, concedendo la fine al depravato percorso.

Classificabile decisamente come un "cult", è uno di quei film che, piaccia o o meno, sono destinati ad essere tramandati di generazione in generazione; il che per un regista non è affatto una gloria da poco.

(Tiziano Costantini)



Cast

Brad Pitt   Brad Pitt
(32 anni circa in questo film)

... detective David Mills

Morgan Freeman   Morgan Freeman
(58 anni circa in questo film)

... detective William Somerset

Kevin Spacey   Kevin Spacey
(36 anni circa in questo film)

... John Doe

Gwyneth Paltrow   Gwyneth Paltrow
(23 anni circa in questo film)

... Tracy Mills

R. Lee Ermey   R. Lee Ermey
(51 anni circa in questo film)

... capitano

    Daniel Zacapa

... detective Taylor

    Peter Crombie

... Dr. O'Neill

    John Cassini

... agente Davis

Richard Roundtree   Richard Roundtree
(53 anni circa in questo film)

... procuratore distrettuale Martin Talbot

    Andrew Kevin Walker

... uomo morto

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

David Fincher

Sceneggiatura

 

Andrew Kevin Walker

Fotografia:

 

Darius Khondji

Colonna Sonora

 

Howard Shore

Produzione:

 

New Line Cinema

Distribuzione:

 

Cecchi Gori

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................