La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

The Aviator

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
PREMI


oscar
Oscar 2005

Cate Blanchett   miglior attrice n.p.

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI


14/02/2005
Box office dall’11 al 13 febbraio
18/02/2005
Oscar? No grazie
24/02/2005
Scommesse inglesi


06/07/2005
Steven, Orson (e anche Alfred): i furti di Spielberg ravvivano la magia del cinema

..............................

The Aviator

(The Aviator)

Film del: 2004     Genere: Avventura / Biografico / Drammatico
Durata: 170 minuti   Uscito al cinema il: 28/01/2005   



Trama:

La sfolgorante vita del miliardario Howard Hughes baciato dal successo e maledetto dalle sue stesse fobie. Più produttore o più appassionato d'aviazione?



Vota il film!

Voto medio: 6,75

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: The Aviator

Con The Aviator, Martin Scorsese continua a raccontarci la sua America. Infatti, se con Gangs of New York ci dava la sua lettura della nascita dell'America, con questa sua ultima opera ne descrive la parabola dell'ascesa fino alle più alte vette del potere a cui consegue, ineffabile, il declino, ingrato frutto delle sommità raggiunte.

Il regista italoamericano lo fa raccontando la storia di Howard Hughes, una delle figure più controverse della storia americana del secolo passato. Magnate del petrolio, il giovane Hughes ha una passione per il volo e decide di investire le proprie risorse nella costruzione di velivoli sia commerciali che militari. Ma Hughes - che come dice Scorsese ha in sé le strambezze tipiche dei pionieri - nutre anche altre passioni: il cinema e le donne. Produce, nel 1930 il film più costoso della storia del cinema fino ad allora (Gli angeli dell'inferno, costato 4 milioni di dollari), colleziona donne come fossero auto sportive. Tra queste annovera attrici del calibro di Katherine Hepburn (interpretata da una volitiva Cate Blanchet) e Ava Gardner (il volto è quello della bellissima Kate Backinsale). Ma come in tutti i bei sogni (e anche quello americano non fa sconti al botteghino) c'è il lato oscuro della medaglia. Qui è rappresentato dalla malattia che attanaglia Hughes. Una forma ossessiva compulsiva di una sindrome chiamata germofobia, probabilmente derivatagli dall'infanzia. Howard ha il terrore delle infezioni, si lava di continuo le mani, non tocca le posate altrui, beve solo latte da bottigliette ermeticamente sigillate. Una malattia che lo accompagnerà, aggravandosi, fino alla fine della sua vita avvenuta in un attico di un albergo di Las Vegas dove vi viveva come un recluso.

Scorsese - grazie anche all'opera del fido Dante Ferretti - ricostruisce maestosamente l'America dell'inizio degli anni '30 fino agli inizi degli anni '60: scenografie, costumi, musica restituiscono un'opera certamente grandiosa e completa. Nonostante ciò, però, confessiamo che il film stenta ad emozionare, forse proprio a causa della fredda perfezione della sua realizzazione. Certamente, non si può negare che la pellicola susciti un indubbio interesse sia nei bozzetti dei grandi attori del passato (oltre alle due attrici citate si vedono Errol Flynn - Jude Law, Jean Harlow - Gwen Stefani) sia nella raffigurazione della lotta economico-politica tra il nostro eroe e Juan Trippe (Alec Baldwin) il capo della Pan Am, concorrente della TWA di cui Hughes era diventato il maggior azionista. E forse, proprio nella descrizione dei complessi giochi politici, (Alan Alda interpreta il Senatore Brewster foraggiato dalla Pan Am per presentare una legge che favorisse gli interessi monopolistici della Pan Am), l'opera centra i momenti migliori.

Il film, fortemente voluto dallo stesso Di Caprio nelle vesti anche di produttore esecutivo, è comunque un leggendario affresco di un personaggio - definito dagli stessi realizzatori - come una maschera da tragedia greca, dalle mille sfaccettature e il cui potere ha finito per sopraffare.

(Daniele Sesti)



Curiosità:

E' il primo film in cui partecipa la compagnia di produzione di Leonardo Di Caprio, la "Appian Way".



Cast

Leonardo DiCaprio   Leonardo DiCaprio
(30 anni circa in questo film)

... Howard Hughes

Cate Blanchett   Cate Blanchett
(35 anni circa in questo film)

... Katharine Hepburn

Kate Beckinsale   Kate Beckinsale
(31 anni circa in questo film)

... Ava Gardner

Alec Baldwin   Alec Baldwin
(46 anni circa in questo film)

... Juan Trippe

Alan Alda   Alan Alda
(68 anni circa in questo film)

... senatore Ralph Owen Brewster

Ian Holm   Ian Holm
(73 anni circa in questo film)

... Professor Fitz

Brent Spiner   Brent Spiner
(55 anni circa in questo film)

... Robert Gross

John C. Reilly   John C. Reilly
(39 anni circa in questo film)

... Noah Dietrich

Willem Dafoe   Willem Dafoe
(49 anni circa in questo film)

... Roland Sweet

    Gwen Stefani
(35 anni circa in questo film)

... Jean Harlow

Jude Law   Jude Law
(32 anni circa in questo film)

... Errol Flynn

Adam Scott   Adam Scott
(31 anni circa in questo film)

... Johnny Meyer

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Giappone / Germania

Regia

 

Martin Scorsese

Sceneggiatura

 

John Logan

Fotografia:

 

Robert Richardson

Colonna Sonora

 

Howard Shore

Produzione:

 

Miramax

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................