La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Oasis

Oasis

(Oasis)

Film del: 2002     Genere: Drammatico / Romantico
Durata: 132 minuti   


Per tutti color che fanno dell’impegno e del cinema d’autore la loro filosofia di vita.

Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Oasis

Probabilmente uno dei maggiori candidati alla vittoria finale di questa edizione della Mostra veneziana, Oasis, del regista coreano Lee Chang Dong, ci trascina in una storia colma di disperazione: Jong Du (Sol Kyung-Gu), un ragazzo leggermente ritardato, e’ appena uscito di prigione dopo aver scontato, al posto del fratello maggiore, una condanna per un omicidio, colposo. Totalmente spaesato, con indosso abiti estivi in una giornata invernale (con quelli era entrato e con quelli deve uscire), senza nessuno ad aspettarlo e privo anche del nuovo indirizzo della sua famiglia, ci mette un attimo ad essere arrestato nuovamente.
Liberato grazie all’intervento del fratello minore, l’unico che forse cerca di capirlo, si rende immediatamente conto, anche con le sue limitate capacità cognitive, di non essere il ben accetto in casa (tant’è vero che finisce a dormire in officina). Tra l’altro, nonostante la sua innocenza, si sente in colpa per l’uomo rimasto ucciso e così viene a conoscenza della figlia, Gong Ju (Moon So-Ri), a sua volta affetta da paralisi.
Tra i due, dopo un inizio a dir poco burrascoso, si instaura un legame di quelli forti, tra reietti, nato sulla forza del disprezzo che li circonda. La continua frequentazione sfocia in un sentimento d’amore che finalmente viene coronato in una notte indimenticabile.
Ed e’ proprio a questo punto che non dobbiamo dimenticarci quanto sia lontana Hollywood od anche l’italico ottimismo: in casa piombano a sorpresa i tutori di Gong Ju, che interpretano i fatti nell’unico modo per loro concepibile: Jong Du sta violentando una povera ragazza disabile.
Le porte della prigione si spalancano di nuovo di fronte a Jong Du, l’effimera felicità scompare inghiottita dalla balbuzie nervosa di Gong Ju che non è in grado di dire una parola per salvare il suo amato e l’ennesimo dramma orientale si compie.

Dopo la tortura mentale e la mortificazione morale di Kitano (Dolls), Venezia ci propina un’altra storia senza speranza. Senza voler nulla togliere ad un soggetto valido e dai temi forti, la penalizzazione arriva, come di consueto, da ritmi narrativi lontani anni luce dalla sensibilità europea: già dai titoli di testa, all’insegna della prolungata immobilità totale, si percepisce l’intenzione del regista di utilizzare il tempo come ulteriore strumento narrativo. La visione asiatica del cinema da “mostra” bandisce l’intrattenimento a favore della sofferenza interiore e dell’intimismo. La disperata spirale per cui il nervosismo che blocca la parola di Gong Ju e’ lo stesso che gli nasce dal non essere in grado di parlare, e’ emblematica di questo.
Comunque troviamo spunti interessanti nei personaggi e nei loro comportamenti universali, come la preghiera quale ricetta di tutti i mali o il “pranzo di rappresentanza”.
Un discorso a parte merita l’interpretazione dell’attrice Moon So-Ri talmente coinvolgente da farmi inizialmente credere che si trattasse effettivamente di una disabile.

(Valerio Salvi)



Cast

    So-ri Moon
(28 anni circa in questo film)

... Gong-ju Han

    Kyung-gu Sol
(34 anni circa in questo film)

... Jong-du Hong

    Nae-sang Ahn

... Jong-Il Hong

    Seung-wan Ryoo
(29 anni circa in questo film)

... Jong-Sae Hong

    Kwi-Jung Chu

... moglie Jong-Sae Hong

    Jin-jin Kim

... Mrs. Hong

    Byung-ho Son
(40 anni circa in questo film)

... Sang-Shik Han

    Ga-hyun Yun

... moglie di Sang-Shik Han

Dati Tecnici

Nazione

 

Corea del Sud

Regia

 

Chang-dong Lee

Sceneggiatura

 

Chang-dong Lee

Fotografia:

 

Yeong-taek Choi

Colonna Sonora

 

Jae-Jin Lee

Produzione:

 

Dream Venture Capital / East Film Company / UniKorea Pictures

Distribuzione:

 

Revolver

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................