La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Non Ti Muovere

Non Ti Muovere

(Non ti muovere)

Film del: 2004     Genere: Drammatico
Durata: 120 minuti   


L’intenzione del regista si avverte subito: non è Barzellette - Il Film e soprattutto non risuona neanche degli echi zingareschi di Libero Burro.


Trama:

Un grave incidente diventa lìoccasione per Timoteo di comunicare con la figlia. Mentre questa è in coma le apre il suo cuore.



Vota il film!

Voto medio: 6,29

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Non Ti Muovere

Una ragazza in fin di vita per un incidente con il motorino viene portata d’urgenza in ospedale. Ada, la capo infermiera, scartabellando nello zainetto, legge nel diario il nome della giovane. Preoccupata per la somiglianza con quello di un suo collega chirurgo si fionda nella sala dove l’uomo sta operando. Timoteo, allarmato, si dirige nel luogo dove giace il corpo inerme della paziente riconoscendo in lei la figlia. Prontamente da l’OK per la delicata operazione cui dovrà sottoporsi la giovane e, mentre aspetta, come frammenti di un piccolo specchio cerca di ricomporre la sua immagine attraversando i ricordi degli ultimi quindici anni – età della figlia- facendo tornare a galla tradimenti, violenze, abbandoni, voglie di paternità, incomprensioni e, soprattutto, l’amore nascosto per una giovane donna: Italia.

Seconda prova da regista per Sergio Castellitto dopo Libero Burro il quale, oltre a vestire i panni di Timoteo, si è affiancato da attori del calibro di Claudia Gerini, la moglie; Penelope Cruz, Italia, la giovane disperata; Marco Giallini, Manlio, il suo migliore amico e Angela Finocchiaro, la capo infermiera. Tratto dal romanzo omonimo “Non Ti Muovere” della compagna/attrice Margaret Mazzantini (la quale proprio nella scena finale del film appare come un fantasma vestito di nero, passando accanto a Castellitto in un quasi spirituale cameo) Best Seller ormai da qualche tempo in Italia, questa pellicola vanta nella colonna sonora un nuovo pezzo di Vasco Rossi che verrà messo nel suo cd di prossima uscita. Sin dalla prima, suggestiva, inquadratura Castellitto ci fa piombare nella grigia atmosfera di questa pellicola: il corpo di una ragazza rivolto sull’asfalto visto dall’alto, la m.d.p. scende lenta insieme alla pioggia che si scioglie sul selciato. Un gruppetto di persone commenta l’accaduto mentre il casco slacciato, rovesciato in terra, si riempie d’acqua.

L’intenzione del regista si avverte subito: non è Barzellette - Il Film e soprattutto non risuona neanche degli echi zingareschi di Libero Burro. Non Ti Muovere è un film intenso, un film sporco, com’è sporco il volto della bellissima Penelope Cruz, irriconoscibile per necessità narrative, sgualcito, quasi indefinito. Sporca è la vita di Timoteo/Castellitto che, sotto l’effetto della Vodka e della canicola estiva, prima violenta la giovane Italia e poi se ne innamora. Sporca è la relazione con la moglie Gerini, senza più amore, senza più mosse da compiere, se non fare un bambino, così, solo per rimanere uniti. E sarà proprio la figlia a spezzarsi, all’interno della famiglia soprattutto, ancora prima dell’incidente. Non Ti Muovere è una pellicola piena, insolita, persino coraggiosa per il nostro cinema, visivamente emotiva e, per molti versi, anche fuori dagli schemi. Certo, se vogliamo proprio sottilizzare, si potrebbe dire che forse è un opera po’ troppo lunga (due ore e cinque minuti), anche un po’ narcisistica, visto che il novanta per cento dello spazio scenico è occupato dall’attore/regista/co sceneggiatore Sergio Castellitto.

Ma se la lunghezza è composta da scene importanti per capire l’interazione emotiva fra i personaggi e il narcisismo serve per completare il discorso ossessione/disorientamento verso Italia e il mondo esterno, tutto questo ben venga. E’ stato fatto anche dei peggio, specialmente in questo paese, momenti cinematografici in cui il tempo del regista non è perfettamente sincronizzato con quello dello spettatore, ma questo non mi sembra proprio il caso.

(Marco Massaccesi)



Cast

Sergio Castellitto   Sergio Castellitto
(51 anni circa in questo film)

... Timoteo

Penélope Cruz   Penélope Cruz
(30 anni circa in questo film)

... Italia

Claudia Gerini   Claudia Gerini
(33 anni circa in questo film)

... Elsa

Angela Finocchiaro   Angela Finocchiaro
(49 anni circa in questo film)

... Ada

Marco Giallini   Marco Giallini
(41 anni circa in questo film)

... Manlio

    Vittoria Piancastelli

... Raffaella

    Elena Perino
(19 anni circa in questo film)

... Angela

    Renato Marchetti

... Pino

    Lina Bernardi

... Nora, madre di Elsa

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Regno Unito / Spagna

Regia

 

Sergio Castellitto

Sceneggiatura

 

Sergio Castellitto / Margaret Mazzantini

Fotografia:

 

Gianfilippo Corticelli

Colonna Sonora

 

Lucio Godoy

Produzione:

 

Cattleya / Medusa / Alquimia

Distribuzione:

 

Medusa

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................