La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Mamma Roma

..............................
ARTICOLI CORRELATI




08/03/2006
Mamma Roma

..............................

Mamma Roma

(Mamma Roma)

Film del: 1962     Genere: Drammatico
Durata: 110 minuti   



Trama:

Mamma Roma, una nota prostituta, per il bene del figlio Ettore cerca di lasciare la vita da strada. Ma il suo protettore Carmine non la lascia predere e cerca di farla tornare al suo vecchio "mestiere".



Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Mamma Roma

Il Cinema di Pasolini è stato tra i più coraggiosi di sempre ed è per questo che ogni volta che un suo film veniva proiettato per la prima scoppiavano discussioni se non addirittura scontri veri e propri. Quando Mamma Roma fu presentato alla Biennale di Venezia fu fischiato e il regista insultato. Non si capisce se per mancanza di lungimiranza o per semplice chiusura mentale, il grande regista romano d'adozione ha sempre avuto difficoltà ad essere capito veramente nella sua essenza. Mamma Roma è un capolavoro e questa visione quasi biblica della periferia romana avrebbe richiesto soltanto l'applauso e la vera commozione. Eppure, malgrado i pochi consensi esterni, Pasolini ha sempre continuato con estrema coerenza il suo percorso poetico. Si, perché non si parla di cinema in questo caso, ma di poesia, istinto, e, paradossalmente, anche coscienza. Mamma Roma, la superba Anna Magnani, vorrebbe redimersi lasciando la vita da prostituta per amore del figlio Ettore, interpretato da un giovane sconosciuto, Ettore Garofalo. Naturalmente chi vive nel fango difficilmente riesce ad uscirne fuori, e cosi anche la povera Mamma Roma viene costretta dal suo “pappone” Carmine, il pupillo di Pasolini Franco Citti, a battere di nuovo la strada. Il cinema sembra ricominciare da capo per il regista, che era già sceso sullo stesso campo con il capolavoro precedente, Accattone.

Pasolini ci ha fatto partecipi di un altro sguardo, ci ha aperto un nuovo mondo. Ci ha fatto capire che la bellezza non necessariamente è estetica, e non solo nel senso cinematografico, ma è anche la purezza con cui si esprimono certi argomenti.
Il fango, il sudore, il sangue, la strada sono i veri posti e simboli da raccontare, ma non nel vecchio modello neorealista, bensì dandogli altre forme,che siano oniriche, bibliche, se vogliamo anche leggendarie, ma fondamentalmente poetiche. La notte è tornata per Mamma Roma e ripercorrendo quell'asfalto già conosciuto, già consumato, in una lunga carrellata sotto i lampioni, filosofeggia sulla propria vita con gli avventori, che si affrettano ipocritamente solo per chiederele un po' “d'amore”, come farebbe un personaggio di un film di Godard, e alla fine della notte, e della bobina di pellicola, proprio a Dio chiede il perché del tutto, come una sorta di Maria Maddalena: “De chi è la colpa? Spieghemelo te, perché io non so nissuno, e tu sei il re dei re”.

Pasolini reinventore del cinema, reinventore della letteratura, del “romanesco”, e persino della periferia. E forse, alla fine, i fischi di cui all'inizio trovano un significato (non una giustificazione), perchè la presa di coscienza fa sempre paura, il coraggio e l'istinto sono due doti che bisogna seppellire, perchè sembra che per alcuni la mediocrità sia diventata una bandiera di cui andare fieri, e pensare che Pasolini combattè fieramente proprio perchè questa bandiera fosse strappata per sempre.

(Marco Massaccesi)



Cast

Anna Magnani   Anna Magnani
(54 anni circa in questo film)

... Mamma Roma

    Ettore Garofolo

... Ettore

Franco Citti   Franco Citti
(27 anni circa in questo film)

... Carmine

    Silvana Corsini

... Gennarino O'Trovatore

    Luisa Loiano

... Biancofiore

    Paolo Volponi

... Il prete

    Luciano Gonini

... Zaccaria

    Vittorio La Paglia

... Signor Pellisier

    Piero Morgia

... Piero, padre della sposa

    Lanfranco Ceccarelli

... Carletto

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Pier Paolo Pasolini

Sceneggiatura

 

Pier Paolo Pasolini / Sergio Citti

Fotografia:

 

Tonino Delli Colli

Colonna Sonora

 

Luigi Cherubini

Produzione:

 

Arco Film

Distribuzione:

 

Cineriz

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................