La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Superman Returns

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




02/02/2006
Comics on screen


28/08/2006
Una vita da 'sfigato'


12/09/2006
Box office post-veneziano

..............................

Superman Returns

(Superman Returns)

Film del: 2006     Genere: Azione / Famiglia / Fumetti / Supereroi
Durata: 154 minuti   Uscito al cinema il: 01/09/2006   


Mentre l’America diventa più reazionaria ed irascibile il suo mito d’acciaio diventa più debole e sofferente di quei mali da cui non ci si deve difendere, al contrario servono ad essere più umani e coscienti.


Trama:

Dopo una misteriosa assenza durata diversi anni, l'Uomo d'Acciaio torna sulla Terra, ma Lois Lane ha continuato la sua vita ed un vecchio nemico trama per privarlo dei suoi poteri per sempre.



Vota il film!

Voto medio: 6,20

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Superman Returns

Finalmente dopo quasi vent’anni di assenza dagli schermi cinematografici e dall’immaginario collettivo il regista Brian Singer con Superman Returns, ridà vita a Superman, il supereroe in tuta blu venuto dal pianeta Kripton, rivisitandolo in chiave moderna ed allo stesso dandogli un leggero tono di nostalgia.

Con questa operazione l’intento del cineasta non é quello di fare un quinto capitolo della saga, conclusasi nel 1987 con il deludente Superman IV, diretto da Sidney J. Furie, ma un ideale seguito a quello che fu il primo film della serie diretto da Richard Donner.

In questa nuova versione Superman, dopo cinque anni di assenza passati a cercare le sue radici nello spazio siderale, torna a Metropolis e trova la bella Lois Lane legata ad un altro compagno e con un figlio piccolo. Ma, anche se il superuomo al suo ritorno trova dei cambiamenti, il primo ad aver subito una mutazione è proprio lui.

Ora Superman riesce a provare dei sentimenti normali, da uomo qualunque: soffre di solitudine, d’amore, di rabbia, si fa pestare a sangue dai suoi nemici come un omuncolo senza super poteri. Il Superman di Singer passa così da icona invincibile a comune mortale. Mentre l’America diventa più reazionaria ed irascibile il suo mito d’acciaio diventa più debole e sofferente di quei mali da cui non ci si deve difendere, al contrario servono ad essere più umani e coscienti.

Come se non bastasse questa “malattia” viene trasmessa al suo pargoletto, che lo riconosce subito malgrado si nasconda dietro gli occhiali di Clark Kent. Il figlio di Lois Lane, che in realtà non ha avuto con il suo attuale compagno, non è una sorta di Nembo Kid, tutt’altro, anche lui si sente solo, ha l’asma ed un corpicino fragile. Anche se scaraventa pianoforti contro nemici irascibili, lo fa solo per proteggere sua madre, ma la paura di essere diventato qualcos’altro è talmente forte che non vuole ripetere l’esperienza una seconda volta.

Singer comunque mette degli ostacoli insormontabili di fronte al suo super eroe, e non sono rappresentati dalla famelica sete di potere del perfido Lex Luthor, per lui ormai pane quotidiano, ma dall’impossibilità di poter esprimere i suoi sentimenti per Lois Lane. Qui il cineasta marca la mano, per l’eroe in tuta blu la capacità di vedere a miglia di distanza, volare ad altezze impossibili e fermare proiettili mortali con la nuda retina dell’occhio non serve a nulla quando si tratta di maneggiare le proprie emozioni, di esprimerle soprattutto.

Brian Singer con Superman Returns è riuscito a fare un grande film perché si esprimono grandi sentimenti e, anche se qualche volta controversi, soprattutto umani. Se Superman non fosse comunque un personaggio politically correct ed un mito inconfondibile si sarebbe potuto girare anche un finale alternativo nel quale l’uomo d’acciaio dopo essersi acceso una sigaretta all’angolo di una strada se ne va solitario con il bavero alzato aspettando che un meteorite crolli sul Daily Planet, mentre Lois Lane l’aspetta impaziente per cena.

(Marco Massaccesi)



Curiosità:

Nella serie TV del 1952 "Le Avventure di Superman", Jack Larson (il barista) era Jimmy Olsen mentre Noel Neill (l'anziana Gertrude Vanderworth) era Lois Lane.

Nell'ultima scena di Superman IV, Supermen dice a Luthor: "Ci vediamo tra vent'anni",. La scena è stata girata nel 1986...

La scena in cui Superman solleva la macchina per salvare la donna è identica alla copertina del numero 1 "Action Comic" del 1938 dove l'Uomo d'Acciaio appare per la prima volta.



FILM CORRELATI:

  • (2016) Batman v Superman: Dawn of Justice

  • (2013) L'Uomo d'Acciaio

  • (1987) Superman IV

  • (1983) Superman III

  • (1980) Superman II

  • (1978) Superman

  • (1948) Superman

  • Cast

    Brandon Routh   Brandon Routh
    (27 anni circa in questo film)

    ... Clark Kent / Kal-El / Superman

    Kevin Spacey   Kevin Spacey
    (47 anni circa in questo film)

    ... Lex Luthor

    Kate Bosworth   Kate Bosworth
    (23 anni circa in questo film)

    ... Lois Lane

    Sam Huntington   Sam Huntington
    (24 anni circa in questo film)

    ... Jimmy Olsen

    Frank Langella   Frank Langella
    (66 anni circa in questo film)

    ... Perry White

    Parker Posey   Parker Posey
    (38 anni circa in questo film)

    ... Kitty Kowalski

    James Marsden   James Marsden
    (33 anni circa in questo film)

    ... Richard White

    Eva Marie Saint   Eva Marie Saint
    (82 anni circa in questo film)

    ... Martha Kent

        Tristan Lake Leabu

    ... Jason White

    Bryan Singer   Bryan Singer
    (41 anni circa in questo film)

    ... uno dei giornalisti del Daily Bugle

        Dan Harris
    (27 anni circa in questo film)

    ... studente al museo

        Michael Dougherty

    ... studente al museo

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    USA / Australia

    Regia

     

    Bryan Singer

    Sceneggiatura

     

    Jerry Siegel / Michael Dougherty / Dan Harris

    Fotografia:

     

    Newton Thomas Sigel

    Colonna Sonora

     

    John Ottman / John Williams

    Produzione:

     

    Red Sun Productions / Warner Bros / Legendary Pictures / Original Film

    Distribuzione:

     

    Warner Bros

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................
    L'ULTIMA OPINIONE


    yawnn...

    ..............................

    leggi le opinioni

    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................