La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Nicolas Cage

Nicolas Cage

Ethan Hawke

Ethan Hawke

Jared Leto

Jared Leto

Bridget Moynahan

Bridget Moynahan

Film correlati:

Lord of War




Gli attori raccontano i loro personaggi





13/11/2005 22:11a cura di FilmFilm.it






NICOLAS CAGE parla di Yuri Orlov
Quando lessi la prima volta il copione non ero proprio sicuro di voler interpretare questo personaggio perché avevo paura che mi entrasse troppo dentro e anche quello che faceva mi spaventava. Allo stesso tempo, però, credo che sia arrivato a un punto in cui crede che ciò che fa possa davvero… Sono titubante nel dire qualsiasi cosa al riguardo perché si tratta di riflessioni soggettive, nate da un’interpretazione personale e ciò che si sottintende è molto più interessante di quello che si può dire al riguardo. Il fatto principale è che la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni e il diavolo è una persona fantastica. Per cui sono semplicemente una brava persona con buone intenzioni, il film è l’analisi approfondita di un personaggio, raccontato dalla prospettiva di un protagonista improbabile come Yuri Orlov. Di solito non ci sono film raccontati dalla parte di un vero trafficante di armi. E il rapporto con il personaggio di Jared (Vitaly), pur essendo mio fratello nel film, somiglia sostanzialmente a una relazione padre/figlio, dato che i nostri genitori – ammettiamolo – hanno cresciuto un tossico e un trafficante di armi. In un certo senso siamo soli, per cui credo che siamo più vicini tra noi di quanto non siamo legati ai nostri genitori.

JARED LETO parla di Vitaly Orlov
Io vesto i panni di Vitaly, il fratello di Nicolas Cage (Yuri) nonché socio nel crimine, la sua coscienza in un certo senso. In questo film sono un sognatore, un innocente; uno che vuole fortemente fare tante cose ma non riesce a capire come metterle in pratica. Non sa come realizzare ciò che desidera veramente, che è una condizione molto frustrante. In quanto esseri umani abbiamo tutti attraversato fasi come queste, è un cuoco e il suo sogno è quello di aprire un ristorante. È un ragazzo semplice sotto molti aspetti. Ama profondamente il fratello, che è stato la sua forza motrice tutta la vita e i due hanno un rapporto davvero speciale. Si appoggiano molto l’uno all’altro.
Yuri è l’antieroe, è una persona che si ama senza sapere il perché. È spietato e moralmente alla deriva, ma in lui c’è ancora dell’umanità. Credo che Vitaly viva di grandi speranze ma non sappia come realizzarle e che Yuri sia l’opposto, si impegna, sa cosa vuole se lo prende.

ETHAN HAWKE parla di Jack Valentine
Sono l’agente Valentine. Lavoro per l’agenzia internazionale di polizia, Interpol e cerco di scovare questo trafficante internazionale di armi. Questo è il succo, fondamentalmente, io tampino Nic per tutto il film. Credo che da parte mia sia un comportamento ossessivo. Non credo che a Nic importi davvero, lui sta semplicemente ingannando tutti quanti. Mentre io, invece, sono il classico militare che ha questa lista molto precisa di cosa è giusto e sbagliato ed è determinato a metterla in atto. Credo che il personaggio di Nic sia in netta opposizione a tutto questo. L’aspetto interessante degli agenti dell’Interpol in caccia di trafficanti di armi è che anche loro vanno in giro armati di mitra e sparano alla gente.

BRIDGET MOYNAHAN parla di Ava Fontaine
Lei non sa cosa faccia Yuri. Al matrimonio ammette di sapere che ha una specie di doppia vita ma che non avrebbe approfondito troppo. Ha accettato la situazione. C’è un legame incredibile e un rapporto affettuoso tra i due. Credo che abbia l’impressione che lui (Yuri) fosse coinvolto in qualcosa di non “legale” ma non credo che ci abbia mai riflettuto molto. Voglio dire chi lo farebbe mai? Credo che sia facile ignorare le cose nelle relazioni, credo che tutti lo facciano e poi si inventino delle scuse o che poi il tempo passi. Non credo che la sua situazione sia unica, anche se chiaramente sono i dettagli della sua situazione ad esserlo. È capace di farsene una ragione, ma con il procedere della storia prende sempre più coscienza. E credo che con un figlio e con le altre cose che le accadono debba prendere una decisione.