La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Matthew McConaughey

Matthew McConaughey




Natural Film Killer - Il Curioso Caso di Matthew McConaughey





08/04/2014 08:04a cura di Tiziano Costantini

Abbiamo fatto sbollire la tensione pre e post Oscar, ora si può parlare, o meglio scrivere. Nei suoi unici 5 minuti in The Wolf of Wall Street, Mattew McConaughey suggerisce a Leonardo DiCaprio una serie di tecniche di rilassamento per affrontare la dura vita da broker finanziario. Probabilmente saranno servite al povero Leo per superare l’ennesima delusione di un Oscar soffiatogli davanti, stavolta proprio dal collega McConaughey.






Ebbene sì, cambiare radicalmente è possibile. A quasi 45 anni, metà dei quali spesi nel mondo del Cinema, l’attore Texano cambia decisamente volto; mettendo da parte i piccoli e spesso insulsi ruoli che hanno caratterizzato l’inizio della sua carriera, e soprattutto le commediole romantiche del sabato pomeriggio, quelle che fanno incassi soltanto nei multisala italiani.
I nuovi panni del risorto McConaughey prevedono per lui un abito da Star, di quelle che brillano alte nel firmamento hollywoodiano.

All’improvviso inizia a rifiutare ruoli per plot solo action o d’amore, e lo troviamo sul grande schermo con un personaggio assai particolare, in Killer Joe: un film obiettivamente molto brutto e con poco senso, ma senza dubbio diverso da tutto ciò in cui eravamo abituati a collocare il nostro Mattew.
Subito dopo arriva l’anello mancante tra i due filoni: Magic Mike, che inizia a far sorgere qualche dubbio sull’identità e il posto da assegnargli. Non è però abbastanza per far cambiare idea al pubblico, e il salto improvviso arriva con Dallas Buyers Club.
Gioco. Partita. Incontro.
Mattew McConaughey mette in scena una grande performance attoriale, in un film comunque strategico e - permettete il termine - un po’ ruffiano, si presenta alla cerimonia degli Oscar come il grande favorito, e le sue spalle strette diventano abbastanza larghe da coprire la grande ombra dell’ottimo Chiwetel Ejiofor, e quella curva, con la testa bassa dell’amareggiato DiCaprio.

Sarà deluso, probabilmente, anche il maestro Christopher Nolan, perché se ci sono bastati meno di 2 minuti di teaser trailer di Interstellar per capire che quella di McConaughey sarà la seconda grande interpretazione della sua carriera, ci bastano invece soltanto pochi secondi per prendere atto del fatto che due Oscar consecutivi come Miglior Attore Protagonista non li prendi neanche se all’anagrafe diventi all’improvviso Daniel Day-Lewis.
Che sia il firmamento di Hollywood, o quello spaziale di Nolan, rendiamo dunque omaggio a chi ha saputo giocare alla perfezione con la propria immagine; facciamo un grande applauso alla nuova stella del risorto Mattew McConaughey.