La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

John Turturro

John Turturro




John Turturro a Roma per Gigolò per caso





30/03/2014 11:03a cura di Daria Castelfranchi

Giunto a Roma per presentare la sua nuova, deliziosa commedia, John Turturro si è rivelato altrettanto simpatico e gioviale e la conferenza stampa è stata un susseguirsi di battute e risate. Nato quasi per gioco, con una confidenza al barbiere che è lo stesso di Woody Allen, Gigolo per caso punta sull’idea di fare di un uomo anonimo un gigolo e vanta una splendida colonna sonora, tra cui spicca il nostrano Tu si’ na cosa grande, cantato da Vanessa Paradis. “Finalmente siamo riusciti a metterlo, cosa che non avevamo fatto in Passione”. Nel corso del film si passa da brani italiani e francesi ad altri tipicamente americani, come quello di Dean Martin, scelto per il personaggio di Avigal (Vanessa Paradis). “La musica”, ha detto il regista e attore, “è stata parte del processo creativo ed è parte integrante del film”.


Accanto a Turturro spicca Woody Allen, in uno dei pochi ruoli in cui è diretto da altri registi: “E’ davvero facile dirigere Woody. La prima ora è stata difficile, ci siamo dovuti conoscere, poi è andato tutto benissimo”. Turturro, che ha anche scritto il suo film, si è fatto aiutare dal collega (Allen) cui mandava pezzi di sceneggiatura e da cui riceveva critiche anche brutali: “questo è terribile, non mi piace proprio!”






Insieme hanno dato vita ad un uomo comune, ad un improbabile gigolo che però ama le donne e ci sa fare. “Spesso gli uomini più fascinosi stanno con le donne solo per il sesso ma si trovano meglio in compagnia di uomini”. Fioravante invece, non è bello ma le capisce: “del resto, la mia prima ragazza era innamorata di Woody Allen e io mi chiedevo cosa ci trovasse…poi l’ho conosciuto e ho capito!”

Quanto ai ruoli femminili del film - “generalmente ci sono venti uomini e una donna, mentre io ho voluto dare risalto alle donne” - John Turturro ha scelto tre bellissime attrici: Sharon Stone, “perché ha l’età giusta”, Sofia Vergara, “perché mi ricorda un’amica che ha la stessa personalità”, e Vanessa Paradis, qui al suo primo ruolo in inglese, che interpreta la vedova di un rabbino della comunità chassidica di Brooklyn. A questo proposito, Turturro ha confermato di essersi documentato e afferma di essere stato molto rispettoso nei confronti di questa comunità che ha regole ben precise.

Gigolo per caso sarà in sala dal 17 Aprile: John Turturro, nel frattempo, ha finito di girare il nuovo film di Nanni Moretti, Mia madre, nel quale recita quasi sempre in italiano: “la sceneggiatura era molto interessante e positiva ed è stato bello lavorare con Moretti e Margherita Buy”.
Sempre più italico dunque, John Turturro è riuscito nell’intento di fare un film delicato e piacevole. Un film, come ha detto lui stesso, “fatto col cuore”.