La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Film correlati:

Tutto Parla di Te




Charlotte Rampling e la maternità complessa





16/11/2012 11:11a cura di FilmFilm.it

Il tema della complessità della maternità arriva al Festival di Roma con Charlotte Rampling: l'attrice è infatti protagonista di Tutto parla di te di Alina Marazzi, un film che unisce fiction, materiale documentario e animazione per raccontare varie sfaccettature di questo evento nella vita di una donna.


La Rampling ha accettato questo film italiano perché, come ha spiegato "la Marazzi appartiene a quelle categorie di registi che approfondisce la comprensione di un tema attraverso un percorso di ricerca molto personale, come un'artigiana".






L'attrice ha collaborato alla creazione del suo personaggio, Pauline, che, grazie all'incontro con una giovane donna che si sente una madre incapace, riesce a fare i conti con il proprio passato: "Essere madre ti mette di fronte a una realtà che può sopraffarti, perché la tua vita cambia per sempre - ha detto l'attrice - La mia è stata allo stesso tempo una maternità buona, cattiva, fantastica e orribile: alla fine è andata bene".

La Marazzi ha pensato immediatamente alla Rampling per questo ruolo: "Charlotte rappresenta una donna libera, fuori dagli schemi. Io descrivo personaggi femminili che si trovano a disagio a aderire a certi modelli femminili, quindi lei era perfetta" ha detto la regista.

L'attrice de Il portiere di notte, oggi 62enne, non ha smentito la sua natura di donna fuori dagli schemi e con ironia ha rivelato: "Non sono ossessionata dal lavoro né dalla giovinezza: a una certa età va benissimo se non sei più la protagonista di un film, e reciti, meno, in ruoli minori. Che problema c'è? Io ho fatto film splendidi da protagonista a 18 anni, non mi metto certo a piangere se oggi non sono più la star di un film!". (APCOM)