La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Film correlati:

Lussuria

Into the Wild




Videod(r)ome – Nelle terre selvagge del cinema





09/10/2008 01:10a cura di Italo Rizzo

Due dvd d’autore, che ci portano in viaggio verso terre lontane: quelle del desiderio di Ang Lee ed il suo Lussuria, quelle sconfinate e solitarie di Sean Penn filmate per Into the wild.


Sono già disponibili in vendita da un po’ due film che hanno fatto discutere durante l’ultima stagione cinematografica, entrambi curati da Bim e 01 Distribution: si tratta delle versioni in dvd di Lussuria e Into the wild.






Il primo è il film di Ang Lee, vincitore del Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2007, secondo molti non il migliore tra i lavori del regista taiwanese.
Tuttavia merita senz’altro di essere visto, non fosse altro per la riuscita mescolanza tra melò e spy story, con accenti erotici molto marcati. Per Lussuria è stata scelta un’edizione standard: dvd singolo, trailer, consueta cura nel formato audio e video.

Into the wild, tratto dall’omonimo libro di Jon Krakauer e presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma, è uscito nelle sale italiane lo scorso inverno ed ora giunge in una prestigiosa collector’s edition. Il dvd è disponibile anche in edizione singola, ma a chi ha apprezzato l’ultimo lavoro di Penn consigliamo senz’altro questa a doppio disco, che presenta il packaging più originale degli ultimi tempi.
Coerentemente con il tema della pellicola, la confezione è un taccuino moleskine, sul quale è possibile appuntare le proprie impressioni o lasciarsi guidare dalle suggestioni del protagonista.

Into the wild è la storia vera di Christopher McCandless (Emile Hirsch nel film), il quale decide di cambiare nome in Alex Supertramp ed intraprende un viaggio verso l’Alaska, alla scoperta dell’America selvaggia, ispirato dalle sue letture e dalla voglia di vivere a contatto con la natura.
Molto interessanti gli extra del secondo dvd, che espongono le difficoltà nella realizzazione del film, in progetto da molto tempo ma che solo due anni fa ha avuto l’autorizzazione dei familiari.

Una storia drammatica, toccante, ricostruita con coesione narrativa e sincero affetto verso il giovane Alex.
Da ricordare anche la splendida colonna sonora di Eddie Vedder, che gli è valso un Golden Globe per la migliore canzone originale.