La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica




Applausi per Avati, oggi tocca a Bechis





01/09/2008 08:09a cura di Teresa Lavanga

Oltre dieci minuti di standing ovation per Pupi Avati e il cast di Il papà di Giovanna alla fine della proiezione in Sala Grande al Palazzo del cinema di Venezia. Tra i primi a complimentarsi con il regista il ministro per i beni e le attività culturali Sandro Bondi, che l'ha definito un film delicato e a tratti commovente.


Il regista e il cast erano stati lungamente applauditi sia sulla passerella rossa sia all'ingresso in sala.





Accanto a Pupi Avati, le protagoniste Francesca Neri (a Venezia con il marito Claudio Amendola) e Alba Rohrwacher, l'applauditissimo Silvio Orlando, Ezio Greggio (al suo primo ruolo drammatico) e Serena Grandi. Inoltre, Rita Carlini e Manuela Morabito.

Alla proiezione hanno assistito anche l'amministratore delegato e il presidente di Medusa, Giampaolo Letta, Carlo Rossella e il fratello del regista, il produttore Antonio.

Oggi tocca al terzo film italiano in concorso in tre giorni: BirdWatchers - La terra degli uomini rossi di Marco Bechis, ambientato nel Mato Grosso do Sul (Brasile), dove i fazendeiros coltivano le terre che erano di proprietà degli indio, che ci lavorano in condizioni di semi schiavitù.

La pellicola mescola attori del luogo con interpreti italiani (Claudio Santamaria e Chiara Caselli).
Sempre in concorso è Vegas: based on a true story del regista iraniano Amir Naderi, girato nella capitale del gioco d'azzardo americana. E alla Villa degli Autori sul lungomare del Lido di Venezia si svolgerà la presentazione del Premio doc/it - Sicilia Film Commission, assegnato al miglior documentario lungometraggio dall'Associazione Documentaristi Italiani in collaborazione con la Film Commission della Regione Sicilia. (AGI)