La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Russell Crowe

Russell Crowe




Russel Crowe chiede scusa





09/06/2005 11:06a cura di Teresa Lavanga

Profondamente mortificato per aver sfogato la sua rabbia tirando un telefono in faccia al povero impiegato di un hotel, Russell Crowe, ospite ieri sera del David Letterman's Show, si è scusato


Profondamente mortificato per aver sfogato la sua rabbia tirando un telefono in faccia al povero impiegato di un hotel, Russell Crowe, ospite ieri sera del David Letterman's Show, si è scusato pubblicamente e ha ammesso di avere qualche problema caratteriale.





L'attore neozalendese, a New York per promuovere il suo ultimo film Cinderella Man, pur ammettendo la gravità del gesto, si è parzialmente giustificato dicendo che non è facile per lui, padre da 17 mesi del piccolo Charles, stare lontano dal figlio e dalla moglie Danielle Spencer: «Non sono abituato a questa solitudine, ogni volta che parto ho bisogno di rassicurare mia moglie che sono a letto, che non ho bevuto troppo e che, ovviamente, sono solo».
Ed è proprio cercando di assolvere a questi doveri coniugali che lunedì scorso Crowe, ospite al Mercer Hotel di New York, è uscito fuori dai gangheri perché non riusciva a prendere la linea con l'Australia. A farne le spese è stato il concierge dell'albergo, colpito con il telefono in piena faccia. Per Crowe sono scattate immediatamente le manette e un'accusa di aggressione di secondo grado. «Mi vergogno profondamente di quello che ho fatto - ha ammesso Crowe - è la situazione più imbarazzante in cui mi sia mai trovato. Eppure di cose stupide ne ho fatte tante nella mia vita».
Il Gladiatore, protagonista involontario di una gag di Letterman che al suo ingresso nello studio ha subito nascosto il telefono, ha infine approfittato della apparizione tv per fare le suo scuse a Nestor Estrada, l'impiegato dell'hotel: «Gli chiedo perdono. Forse un giorno riuscirò a scusarmi personalmente con lui, per ora non ci sono ancora riuscito: al telefono non risponde».
(APCOM)