La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Jodie Foster

Jodie Foster




Una Jodie Foster da Oscar?





31/08/2007 14:08a cura di Teresa Lavanga

Jodie Foster in lutto, ferita, sola, arrabbiata, vendicativa... e armata: una combinazione di elementi che, per i critici, si rivela decisamente esplosiva in The Brave One il thriller dell'irlandese Neil Jordan che debutterà sugli schermi americani a metà settembre dopo l'anteprima al Festival di Toronto.


Nella pellicola la vincitrice di due Oscar (per Sotto accusa e Il silenzio degli innocenti) si trasforma in una giustiziera notturna a New York stile Charles Bronson.





Un ruolo duro e molto poco politicamente corretto, che potrebbe portare all'attrice, secondo le prime recensioni, una nuova nomination agli Academy Award.
"Vedo questo film nella grande tradizione degli antieroi anni'70, con personaggi come Travis Bickle (interpretato da Robert De Niro) in Taxi Driver, Dustin Hoffman in Cane di paglia o Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto - ha spiegato Jodie Foster nelle prime interviste alla stampa americana -. E' un film sovversivo, ma è la sua forza. Porterà le persone in una parte che tutti abbiamo e di cui ci vergogniamo. Alcuni se ne sentiranno rafforzati, altri la respingeranno".
In The Brave One (che dovrebbe uscire in Italia a fine settembre, distribuito da Warner) l'attrice è Erica Bain, speaker radiofonica di New York. Una sera, durante una passeggiata a Central Park, lei e il compagno David (Naveen Andrews), vengono aggrediti e selvaggiamente picchiati da un gruppo di balordi, e l'uomo rimane ucciso. Erica, traumatizzata, decide di comprarsi una pistola, che si ritrova presto ad usare per difendersi durante una rapina. Da quel momento, la voglia di farsi giustizia da sè diventa sempre più forte e di notte, diventa una giustiziera pronta ad uccidere chi ritiene una minaccia.
Sempre più alienata e sola, Erica trova la forza di confidarsi solo con Sean Mercer (Terrence Howard), detective della Omicidi sulle tracce del misterioso giustiziere.
Unanime, fino ad ora, il plauso dei critici per la protagonista: "Quando debutterà a Toronto, è molto probabile che per The Brave One si inizierà a parlare di Oscar a Jodie Foster" scrive Anne Thompson di Variety.
"Brave one si mantiene intrigante e la tormentata e fieramente intensa performance della Foster si guadagnerà l'attenzione dei premi" aggiunge Michael Rechtshaffen di Hollywood Reporter.
Il progetto del film era nato inizialmente per Nicole Kidman che però ha presto rinunciato. La 44enne Foster, che negli ultimi anni, ha drasticamente ridotto i suoi impegni cinematografici per occuparsi dei due figli, Brady, nove anni e Kit, cinque, ha accettato la parte solo dopo aver ottenuto sostanziali modifiche alla sceneggiatura, come aveva già fatto per Flightplan, rivelatosi un grande successo al botteghino.
"Erica non è la tipica vittima da stress post traumatico - dice l'attrice -. La sua scelta è semplice, esistenziale. Lei vuole vivere, così il suo nemico, il criminale, deve morire. Il suo è un continuo riabbracciare la vita, ma in modo malato".
Archiviate le fatiche da giustiziera, l'interprete di Contact è ora sul set di Nim's Island, dove interpreta una scrittrice di libri per bambini che interrompe il proprio isolamento per comunicare via email con una piccola lettrice, Nim (Abigail Breslin), rimasta sola dopo la scomparsa del padre (Gerard Butler).
E' arenato invece Sugarland, il progetto che avrebbe dovuto riunire, a oltre 30 anni da Taxi Driver, la Foster (in veste di regista e attrice) e Robert De Niro.
(ANSA)