La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Paul Haggis

Paul Haggis

Tommy Lee Jones

Tommy Lee Jones

Susan Sarandon

Susan Sarandon

Charlize Theron

Charlize Theron

John Cusack

John Cusack

Reese Witherspoon

Reese Witherspoon

Brian De Palma

Brian De Palma

Paul Greengrass

Paul Greengrass

Matt Damon

Matt Damon




Hollywood contro la guerra in Iraq





27/07/2007 09:07a cura di Teresa Lavanga

Anche Hollywood scende in campo nel conflitto in Iraq con una serie di produzioni che sbarcheranno sugli schermi americani in autunno. Sono film focalizzati sul fallimento militare, politico, diplomatico e persino morale dell'intervento USA, scrive oggi "The Independent".


Si tratta di una scelta insolita visto che la guerra è ancora in corso: in precedenza, ad esempio nel caso del Vietnam, le produzioni cinematografiche sono state avviate solo dopo il ritiro degli americani.





Il primo film è anche uno dei più pregevoli nella serie: In the Valley of Elah (Nella Vallata di Elah, quella di Davide e Golia) è stato scritto e diretto da Paul Haggis, sceneggiatore assai quotato, entrato nella storia dell'Academy Awards grazie a due pellicole, Million Dollar Baby e Crash - Contatto Fisico, che per due anni consecutivi hanno ottenuto la statuetta per il miglior film.
In the Valley of Elah, racconta la storia del soldato Richard Davis, morto in circostanze misteriose nella sua base di Fort Benning in Georgia nel 2003. Il padre scoprirà che è stato pugnalato dai suoi commilitoni perchè era stato testimone delle atrocità commesse dai suoi compagni in Iraq. Cast d'eccezione per la pellicola che arriverà sui grandi schermi americani a settembre: Tommy Lee Jones, nel ruolo del padre che indaga, Susan Sarandon in quello della madre, Charlize Teron è la detective che conduce l'inchiesta.
Un mese dopo sarà distribuito Grace is Gone un melodramma con John Cusack, padre di famiglia che deve spiegare alle figlie la morte della madre in Iraq. Rivelata qualche anno fa da La rivincita delle bionde, Reese Witherspoon, dopo l'oscar come miglior attrice nel 2006, torna sul set con Rendition, il marito di origini egiziane è sospettato di terrorismo internazionale.
E ancora bisognerà aspettare Natale per vedere negli Stati Uniti il nuovo film di Brian de Palma: Redacted, storia di un plotone americano che tormenta una famiglia irachena.
Per il 2009 infine Paul Greengrass sta preparando l'adattamento cinematografico di "Imperial Life in Emerald City", l'omonimo libro del giornalista Rajiv Chandrasekaran, racconterà quello che è successo nella superprotetta Zona Verde di Baghdad, per ripercorrere gli errori commessi dall'occupazione americana dal 2003 ad oggi. Interprete principale il suo attore preferito, Matt Damon.
Non sono mancate le polemiche sulla nuova svolta di Hollywood, e non solo tra i sostenitori di Bush, nota l'Independent. Un noto veterano, Dennis Griffee, si è rifiutato di partecipare alla stesura del film In the Valley of Elah per la presenza nel cast di Susan Sarandon, una delle più impegnate attrici hollywoodiane contro la guerra in Iraq.
(APCOM)