La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica




Cannes Cannes - la Palma d'Oro





27/05/2007 22:05a cura di Valeria Chiari e Teresa Lavanga

Stephen Frears & Co. assegna i premi di questa 60a manifestazione e disattende tutti i pronostici. Ad eccezione di uno. La Palma d'Oro








La 60a Palma d’Oro a Christian Mungiu 27 maggio ore 20,30
Dopo una vera e propria suspence creata anche da pronostici abbastanza ripetitivi si svela finalmente il mistero della Palma d’Oro 2007. Ma vogliamo innanzitutto sottolineare che questa 60a edizione ha, per la prima volta dopo parecchi anni, messo d’accordo giornalisti, critici e pubblico grazie ad un nutrito eppure omogeneo per la sua qualità, programma di film che perlopiù è piaciuto o comunque non ha sortito troppo forti dissapori. Festeggiamenti a parte la Giuria capitanata da Stephen Frears ha arditamente disatteso tutti i pronostici a parte proprio quello della Palma d’Oro che è andata a 4 Mesi, 3 Settimane e 2 giorni del rumeno Christian Mengiu il quale, molto emozionato è salito sul podio ringraziando tutti per averlo fatto entrare in questo "meraviglioso mondo di favola". Il Premio Speciale del 60° Festival di Cannes è stato assegnato a Gus Van Sant e al suo Paranoid Park mentre il Gran Premio della Giuria è andato, anche lui del tutto inatteso, alla giapponese Naomi Kawase per Mogari No Mori (La Foresta di Mogari).
Il super favorito Fatih Akin ha ricevuto il premio per la sceneggiatura mentre Julian Schnabel e Le Scaphandre et le Papillon si è aggiudicato il Premio alla Regia. Insospettabili anche i premi alle interpretazioni, che sono stati assegnati al russo Konstantin Lavronenko per Izgnanie e alla sudcoreana Do-Yeon Jean per Secret Sunshine.

I premi:

Palma d’Oro: 4 Luni, 3 Septamini si 2 Zile (4 Mesi, 3 Settimane e 2 giorni) di Christian Mungiu

Gran Premio della Giuria: Mogari No Mori (La Foresta di Mogari) di Naomi Kawase

Premio alla Sceneggiatura: Auf Der Anderei Seite (Dall’altra parte) di Fatih Akin.

Premio alla Regia: a Julian Schnabel per Le Scaphandre et le Papillon

Premio per l’Interpretazione Maschile: Konstantin Lavronenko per Izgnanie di Andrei Zvjagintsev

Premio per l’Interpretazione Femminile: Do-Yeon Jean per Secret Sunshine di Lee Chang Doong

Premio della Giuria: Persepolis di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud

Premio del 60° Festival : Paranoid Park di Gus Van Sant

Camera d’Or: Les Méduses di Etgar Keret e Shira Geffen

Palma d´Oro per il Miglior cortometraggio Ver Lllover di Elisa Miller

Menzione speciale ex aequo Ah Ma di Anthony Chen e Run di Mark Albiston