La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Film correlati:

Breach - L'Infiltrato

Io, l'Altro

Prey

Prey - La Caccia è Aperta

Zodiac




Le uscite del fine settimana. Zodiac, l’imprendibile





17/05/2007 15:05a cura di Daniele Sesti

Esce Zodiac di David Fincher, il regista di Seven. La storia – vera - ultratrentennale delle indagini su Zodiac, un serial killer che imperversò sulla costa occidentale degli Stati Uniti e sul quale ancora oggi alcune contee continuano ad indagare. Un film a metà tra cronaca e dramma, più ricco di introspezione che di tensione, capace però di suscitare interesse e mai banale nel suo sviluppo. Raul Bova e Giovanni Martorana sono invece i protagonisti di Io, l’altro del regista tunisino Mohsen Melliti, che al “suo esordio dietro la macchina da presa, riesce a coinvolgere con pochi ma precisi mezzi il pubblico in una storia che indaga, ancora una volta, sulle conseguenze dell'11 settembre”. Un thriller ben strutturato ( Breach - L'Infiltrato) e una storia di leoni affamati e di una famiglia alla loro mercè ( Prey - La Caccia è Aperta), anche questa tratta da un fatto realmente accaduto, chiudono la rassegna della settimana.


Breach - L'Infiltrato





“Pur narrando un caso eccezionale, Breach è un'opera priva di presunzione, che si affida totalmente al talento degli interpreti e alle atmosfere illuminate da Tak Fujimoto. Scaldano i corridoi del Bureau e gli interni invernali le due figure femminili: Laura Linney, nei panni del dirigente che arruola il giovane O'Neill, e Caroline Dhavernas in quelli di Juliana, fresca sposa di Eric. Da loro partono delle sottotrame solo accennate, di cui sarebbe stato intrigante seguire lo sviluppo.”
(Marianna Cappi)

Io, l’altro
“Nonostante l'ambientazione teatrale gli attori dimostrano grande abilità nel sottrarre melodrammaticità al testo, dando ritmo all'opera cinematografica, rendendola così fruibile a tutti. Bravissimo Giovanni Martorana nel ritrarre il suo personaggio sia foneticamente sia caratterialmente rimarcando, immaginiamo grazie alla sceneggiatura di Melliti, gli aspetti più insiti di un arabo. Raul Bova riesce a creare un personaggio realistico, con un accento siculo doc…”
(Tirza Bonifazi Tognazzi)

Prey - La Caccia è Aperta
“Tra uno sbadiglio e l’altro si possono ammirare alcune belle panoramiche di una savana bruciata dal sole e qualche caccia notturna in cui la violenza dell’assalto della preda è sconvolgente e bestiale seppur meramente documentaristica.”
(Valeria Chiari)

Zodiac
“E’ proprio questo che fa diZodiac un film tutt’altro che comune. Mentre l’immaginario della TV è saturo di esperti di criminologia e tecniche scientifiche in grado di risolvere qualsiasi crimine, il film, accompagnato dalla essenziale pressione sonora di David Shire (il grande musicista della Conversazione di Coppola) e dai gialli vividi e dalle tinte notturne della fotografia in alta definizione di Harris Savides, non fa che costruire con metodica inesauribilità una ossessione collettiva che si fossilizza ed una frustrazione che scava se stessa nella vita di un gruppo di individui come un torrente un canyon interminabile, oscuro, profondo. “
(Mario Sesti)