La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Film correlati:

Alien: La Clonazione

Black Rain - Pioggia Sporca

Debito di Sangue

Soldato d'Orange

Il Giardino dei Finzi Contini

Lo Sceicco Bianco




Il Bello della Tv: cineasti tra Europa e Hollywood.





02/05/2007 14:05a cura di Valeria Chiari

Dall'esperienza hollywoodiana del francese Jeunet per l'ultimo capitolo di Alien al primo "assolo" registico di Fellini; dal poliziesco di Ridley Scott alla produzione ancora tutta olandese di Paul verhoeven.


Thriller e fantascienza per iniziare questa settimana televisiva. A cominciare da Alien – La Clonazione diretto dal francese Jean-Pierre Jeunet, alla sua prima esperienza hollywoodiana dopo Delicatessen e prima del grande successo della sua Amélie parigina: Personalmente scelto da Sigourney Weaver per concludere in bellezza la saga, il film sempre prodotto da Walter Hill e David Giler, conserva il fascino visionario dei capitoli precedenti e non delude dopo i capitoli di James Cameron e Ridley Scott (Italia 1 alle 2.30 del 6 maggio).





Citiamo Ridley Scott per proporre Black Rain-Pioggia Sporca in cui torna la metropoli futurista e le atmosfere umide e livide di Blade Runner. Approfitta dell’urbanismo moderno di Tokyo per costruire un poliziesco accattivante, misterioso e violento nonostante la sceneggiatura abbastanza banale (Rete4 alle 21.05 del 7 maggio). Thriller dai meccanismi più classici invece Debito di Sangue diretto e interpretato da Clint Eastwood, dall’adattamento di Brian Helgeland del romanzo omonimo di Michael Connelly. Nonostante sia abbastanza lontano dai toni e ritmi della produzione successiva del registattore e segua meccanismi stereotipati, il film resta comunque coinvolgente e affascinante quanto lo sarebbe un mistero hitchockiano (Studio Universal alle 15.35 del 5 maggio9.

Passiamo adesso al cinema d’antan con un indimenticabile classico firmato Federico Fellini e interpretato da l’Albertone nazionale. Lo Sceicco Bianco apre la carriera di Fellini che per la prima volta si trova responsabile unico di una realizzazione cinematografica, eseguita da un soggetto scritto in collaborazione con Michelangelo Antonioni e sulla sceneggiatura di Ennio Flaiano. Un debutto tra il grottesco, il comico e il paradossale al quale aggiunge elementi autobiografici per raccontare il mondo di quella fabbrica dei sogni che sarà per lui una costante ed inesauribile fonte di ispirazione. Irresistibile Sordi nel suo indimenticabile ruolo di divo sciocco e fanfarone (Sky Classics alle 19.15 dell’8 maggio).

Classico del cinema da un classico della letteratura: Il Giardino dei Finzi Contini uno degli ultimi film diretti da Vittorio De Sica e vincitore nel 1971 dell’Oscar come Miglior film Straniero. Non molto apprezzato dalla critica il film piacque molto al pubblico, commosso da quella regia quasi esangue che sottolineava con tanta emozione i toni della tragedia (Sky Classics alle 21.00 del 6 maggio).

Concludiamo con una produzione olandese diretta da Paul Verhoeven, Soldato d’Orange, in cui racconta con un misto di cinismo e patriottismo, a tratti irritante, la vicenda di due giovani attivisti della Resistenza durante l’invasione nazista dell’Olanda. Forse il regista indugia troppo sull’elemento turpe ma si tratta della produzione ancora europea del regista e piuttosto interessante (Raisat Cinema World alle 21.00 del 4 maggio).