La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Film correlati:

Fur: An Imaginary Portrait of Diane Arbus




Cinema al femminile





13/10/2006 13:10a cura di Teresa Lavanga

Bella è sempre bella...ma quanto è magra!!! Si presenta con una camicetta color oro, aderente, con lo scollo a barca e una gonna di satin lucido nero lunga fino al ginocchio. Le scarpe poi!!! Che meraviglia! Color crema alte ma non troppo...


...chiuse intorno al piede ma leggermente aperte sulle dita! Secondo me c'è un'alta possibilità che siano delle “Manolo” (quelle famose della Carrie di “Sex and the city”!).





E' l'algida Nicole Kidman, che da brava madrina della prima edizione della Festa del cinema di Roma, arriva puntuale alla conferenza stampa che segue la proiezione di Fur.

Il film, una vera e propria apologia del pelo, cade subito nel dimenticatoio: tutte le domande sono per lei, l'ex signora Cruise, che ormai è riuscita a prendersi una rivincita sul bel Tom che nessuno vuole più, e tutti rifuggono.
Lei invece è sempre più acclamata, desiderata... è la grande attrice che non disdegna parti scomode che la imbruttiscono. Tanto che le frega, bella lo è sempre...

L'atmosfera è suggestiva: sfondo nero, con tre poltrone di pelle rossa molto minimal e un tavolino su cui sono poggiate delle bottigliette d'acqua. Fari puntati sul palco...Dopo qualche minuto la dea venuta da Hollywood inforca gli occhiali (la rivincita delle miopi!) per cercare di vedere chi le chiede cose che poco o nulla hanno a che vedere con la sua interpretazione.
Ma infondo che importa? La Festa del cinema è iniziata...e pare pure nel migliore dei modi. Si, forse qualche imprecisione organizzativa c'è stata, ma è cosa di poco conto. Ciò che importa che è la prima delle grandi star attese per questa kermesse romana è arrivata, è stata bene accolta e soprattutto si è detta contenta di essere venuta.

Porta i capelli raccolti ma vaporosi con qualche ciocca che sapientemente le scende ai lati del viso. Il trucco è curatissimo anche se poco “invasivo” (quasi acqua e sapone) e le movenze sono delicate.
A chi le ha chiesto come mai, lei storica presenza del Festival di Venezia ha deciso di essere la madrina del nascituro festival “de noantri” ha risposto “candidamente” che non sapeva dei dissapori sorti fra le due manifestazioni. Ma dai Nicole!! Come non lo sapevi!!

Vabbè, le perdoniamo pure questo e sapete perchè? Perchè è stata così gentile da accettare un libro offertole da una ragazza del pubblico e mentre l'interprete traduceva la sua risposta ad una domanda, lei lo ha pure sfogliato! Beh...la classe non è acqua!