La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:


Galleria fotografica

Artisti correlati:

Yimou Zhang

Yimou Zhang

Film correlati:

Hero

La Tigre e il Dragone




Hero





18/03/2005 13:03a cura di Trip

Qualcuno sostiene che questo sia un film da assaporare nel tempo… ma allora prendetevi almeno un mesetto...


Mi sorge il dubbio che Quentin Tarantino fosse sotto l’effetto di qualche tipo sconosciuto di droga quando, incontrando Zhang Yimou, ha pensato di “presentare” il film “Hero”.





Che bisogno c’era di trasformare un potenziale bel film in una “matrixiata”?
Nessuno mi toglierà dalla testa la sensazione che Yimou abbia voluto soltanto continuare a giocare con i computer de La tigre e il dragone.
La bellezza dei luoghi e della fotografia non sono di per loro sufficienti a perdonare una lentezza di flusso narrativo a tratti insopportabile quanto immotivata.
Il tentativo di sospendere nello spazio-tempo il confronto tra i combattenti poi - novella transustanziazione computerizzata - a mio avviso toglie tensione e pathos alle scene oltre che risultare presuntuoso quando abusato.
Jet Li era più credibile in Arma Letale. Non conosco il teatro Kabuki, quello NO o qualsivoglia forma di teatro orientale, ma siamo sicuri che non si tratti di una epopea Sioux? (Spada Spezzata? Neve che vola? ma dai…l’unico nome che mi è rimasto impresso è quello di Jet Li, Senza Nome……)
Probabilmente è vero che una cultura così diversa e complessa sia difficile da comprendere a fondo senza una debita preparazione, ma personalmente non sono per le mezze misure. Insomma, se contaminazione culturale deve essere, allora preferisco lo stesso Yimou di Lanterne Rosse, o l’Impero dei Sensi di Oshima, decisamente meno “occidentali” o spettacolari ma proprio per questo, forse, più puri.
Qualcuno sostiene che questo sia un film da assaporare nel tempo… ma allora prendetevi almeno un mesetto.